Isola Capo Rizzuto, pari con rammarico ad Eboli. Non basta il gol di Magliano

Isola Capo Rizzuto, pari con rammarico ad Eboli. Non basta il gol di Magliano

EBOLITANA-ISOLA CAPO RIZZUTO 1-1

EBOLITANA: Lombardo, Padovano, Gambardella, Pecora, Russo, Imparato, De Angelis, Coulibaly (1’ st Setti), Scalzone, Federico (21’ pt Serroukh, 32’ st Della Corte), Stoia. In panchina: Mazzella, Vacca, Capuozzo, Guisse, Chiapparrone, Di Bernardo. All. Pepe.

ISOLA CAPO RIZZUTO: Pullano, Bruno A., Scuteri, Paonessa, Magliano, Sangare, Cristiano (13’ st Caterisano), Berlingeri (18’ st Calabretta), Galli (22’ st Colacchio), Ennin (33’ st Iorfida), Pellizzi (2’ st Mirabelli). In panchina: Brugaletta, De Carlo, Marino, Leto. All. Pisano.

ARBITRO: Fierro di Pistoia (Ferrari di Aprilia; Ragone di Ciampino).

MARCATORI: 20’pt Magliano (I), 18’st Stoia (E).

NOTE: Spettatori 200 circa. Ammoniti: Coulibaly, De Angelis, Russo, Scalzone, Padovano (E); Ennin , Pellizzi; Angoli: 8-5 per l’Ebolitana; recupero: 3’ pt; 4’ st.

 

Eboli: Torna a muovere la classifica l’Isola Capo Rizzuto dopo tre sconfitte consecutive e lo fa in una gara importante per la lotta salvezza: lo scontro diretto in casa dell’Ebolitana. Certo è un punto che serve a poco ai giallorossi, il raggiungimento della zona play out dista ancora dieci punti e sarebbe stato importante ottenere bottino pieno in questa trasferta. Tre punti che l’Isola avrebbe sicuramente meritato per quanto fatto vedere nei primi sessanta minuti di gara allo Stadio “José Guimarães Dirceu”: La squadra giallorossa s’impone da grande squadra nel primo tempo per poi calare il ritmo nell’ultima mezz’ora di gara.

A dirla tutta non si è giocato in un clima altamente sereno, la squadra crotonese a fine gara ha infatti denunciato alcuni comportamenti non proprio sportivi della squadra campana: in fase di riscaldamento non è stato consentito l’ingresso in campo del portiere Pullano per allenarsi in tra i pali, minacce durante tutta la partita e tentativo di aggressione a Pellizzi nel sottopasso durante l’intervallo. Insomma, nonostante tutto l’Isola ha tirato fuori gli artigli mostrando grande carattere.

La partita sin dai primi minuti vede un’ Isola catapultata nella metà campo campana con Pisano che schiera i suoi con un 4-2-3-1. Lo stesso Pisano che da questi parti è molto apprezzato per il suo passato da bomber alla Salernitana. Dopo una serie di occasioni create al 20’ arriva il meritato vantaggio: corner di Scuteri e colpo di testa vincente di Magliano, proprio lui nativo di Battipaglia che dista appena sette chilometri da Eboli. Nonostante il vantaggio l’Isola continua a premere e sfiora il raddoppio in almeno due clamorose occasioni, prima con Sangarè poi Ennin, due colpi di testa usciti di un niente. Nel finale di tempo azione discutibile, un attaccante giallorosso lanciato a rete da solo davanti al portiere viene atterrato a limite dall’area, fallo da ultimo uomo e chiara occasione da gol negata, il direttore di gara, però, mostra solo il cartellino giallo tra le proteste dei calciatori dell’Isola. Il seguente calcio di punizione è battuto da Scuteri che trova l’ottima risposta di Lombardo. Finisce il primo tempo e nel sottopasso succede di tutto con un tentativo di aggressione ai danni di Pellizzi, al rientro in campo mister Pisano è costretto a sostituire il suo attaccante perché troppo nervoso.

Nella ripresa è ancora l’Isola a partire bene con un tiro di Galli che è facile preda di Lombardo, l’Ebolitana si fa vedere con un tiro alto di Imparato. Al 18’ arriva il pari campano: cross di Padovano e gol facile di Stoia con la difesa giallorossa che subisce gol alla prima ed unica distrazione della partita. Da qui in poi l’Ebolitana inizia a guadagnare metri senza tutta via impensierire mai Pullano, grazie soprattutto all’ottima disposizione in campo della squadra con la coppia difensiva inedita Paonessa – Magliano che regge bene. Alla mezz’ora occasionissima per Calabretta che calcia di prima intenzione sfiorando il palo con Lombardo ormai battuto. Finisce 1-1 con l’Isola che ha tanto da recriminare.

Lascia un commento

Scroll To Top