Isola Capo Rizzuto, ora le carte sono in regola per puntare alla salvezza diretta

Isola Capo Rizzuto, ora le carte sono in regola per puntare alla salvezza diretta

Con i sette punti raccolti nelle ultime tre partite in casa Isola Capo Rizzuto è tornato il sereno e, soprattutto, la fiducia di poter ottenere la salvezza senza passare dai play out. La squadra nelle ultime uscite è apparsa viva, ha mostrato carattere e grinta, oltre ad essere finalmente competitiva e completa senza dover fare la conta dei disponibili e degli over come succedeva prima con la rosa striminzita. Renato Mancini ha dato la sua impronta alla squadra e ora i risultati iniziano a dargli ragione dopo un esordio non brillante con tre sconfitte consecutive.

Le ultime tre gara, invece, hanno visto in campo una mentalità diversa, una maggiore convinzione nei propri mezzi. Due vittorie casalinghe con Gallico e Bovalinese, il pareggio a Cutro, quattro gol fatti e, soprattutto, zero subiti. Un segno chiaro che la squadra sta crescendo tanto anche in fase difensiva, Marco Sorgiovanni si sta comportando da leader guidando i più giovani, Martino e La Gamba, al suo fianco al centro della difesa. Ovviamente anche il supporto del portierone Ilario Lamberti è sempre determinate, sia a livello tecnico che mentale. Davanti è tornato a far gol con regolarità anche Angelo Catania, quattro sigilli nelle ultime quattro partite, tanti quanti ne aveva fatti in totale prima di questo periodo positivo.

Insomma l’Isola è tornata e punta diritta alla salvezza passando dalla porta principale, domenica contro il Siderno in casa è un’occasione da non perdere per aumentare la striscia positiva, rafforzare il morale e battere una diretta concorrente. Per questo match Mancini dovrebbe avere a disposizione l’intera rosa, dunque quasi certamente in campo dovrebbero gli stessi undici che hanno battuto la Bovalinese.

Intanto, proprio per la partita contro il Siderno il presidente Carmine Cristodaro chiama a raccolta i tifosi: “Stiamo vivendo un momento particolare della nostra storia, ora le cose vanno meglio ma il campionato è ancora lungo e per ottenere la salvezza c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Questi ragazzi hanno soprattutto bisogno del sostegno dei tifosi, devono sentire il loro calore, ci manca il nostro dodicesimo uomo in campo. Spero da qui in avanti di tornare a vedere il pubblico che questa piazza merita, domenica non mancate, è una tappa importante e non possiamo sbagliarla”.

Lascia un commento

Scroll To Top