Isola Capo Rizzuto, intervista a Cirillo, braccio destro di Mesiti: “Grande ambiente, ci crediamo”

Isola Capo Rizzuto, intervista a Cirillo, braccio destro di Mesiti: “Grande ambiente, ci crediamo”

Dopo un stagione altalenante fatti di alti e bassi, la Polisportiva Isola Capo Rizzuto sembra aver finalmente trovato la strada giusta, forse un po’ troppo tardi, ma a tre giornate dalla fine tutto è ancora in gioco. Tra gli artefici di questa rinascita c’è ovviamente mister Mesiti e del suo staff, un gruppo di collaboratori esperti che insieme allo stesso tecnico formano una squadra unita e molto in sintonia. Tra questi collaboratori c’è anche Massimo Cirillo, braccio destro di mister Mesiti, voluto fortemente al suo fianco in quest’avventura. Cirillo è considerato la mente tattica della squadra, colui che studia minuziosamente gli avversari, un autentico “malato” di calcio capace di non dormire la notte pur di portare al suo mister una relazione completa sulla sua squadra e sull’avversario.

Che rapporto c’è tra Mesiti e Cirillo? Lo abbiamo chiesto proprio al vice allenatore di Soveria Mannelli: “Lavoriamo insieme da ormai cinque anni, è un grande mister ma soprattutto una grande persona. C’è grande feeling e fiducia reciproca tra di noi, so bene quello che vuole e spesso basta uno sguardo per capirci. Si lavora molto bene al suo fianco, c’è sempre dialogo e confronto”.

Da Novembre avete accettato la proposta dell’Isola, come avete vissuto questi quattro mesi: “Sono stati quattro mesi fantastici, una società ambiziosa composta da grandi persone, partendo dal presidente Sacco fino ad arrivare al magazziniere. Poi abbiamo trovato uno staff eccezionale, gente di calcio e grandi persone: mister Palermo, il prof Marsala e il collaboratore Stefano Ferragina. Anche la squadra ci ha sempre mostrato grande fiducia e attaccamento. Si respira davvero una bella aria qui a Isola, sembra una grande famiglia”.

Sei considerato il calcolatore della squadra, colui che studia l’avversario minuziosamente, quant’è importante in queste categorie studiare a fondo l’avversario? “Noi abbiamo il nostro modo di giocare che è basato sulle caratteristiche dei nostri giocatori, studiamo l’avversario per prendere dei piccoli accorgimenti tattici soprattutto in fase difensiva. Puntiamo molto sulla fase di possesso e tendiamo a costruire il nostro gioco partendo da dietro. Non sempre riusciamo ad avere i video delle squadre avversarie ma quando li abbiamo cerchiamo di studiarli al meglio”.

In questo finale di campionato abbiamo visto finalmente un’ Isola diversa dal punto di vista caratteriale, cosa è cambiato? “Si è raggiunta una fase d’intesa tra quello che vuole l’allenatore e quello che vuole la squadra, il tutto si è amalgamato alla perfezione, c’è conoscenza e stima reciproca. Soprattutto la squadra ha preso coscienza della propria forza, tutto ciò accade da Gennaio, da lì c’è stata una grande crescita e nell’ultimo periodo sono arrivati anche i risultati. Il vero cambiamento è avvenuto nello spogliatoio, i tanti calciatori esperti hanno capito che bisognava cambiare atteggiamento per portare a casa i risultati, per fortuna abbiamo un gruppo fantastico che ci è sempre stato vicino”.

Quinto posto a due punti ma per i play off bisogna soprattutto guardare al secondo posto, come la vede mister Cirillo? “Io la vedo come tutta la squadra e la società, c’è una grande compattezza e un grande gruppo. Ci crediamo tutti, i ragazzi in modo particolare stanno mostrando un grande attaccamento alla maglia, sono tutti concentrati e si rema insieme verso un’unica direzione, nello spogliatoio si respira un aria positiva. Noi dobbiamo guardare solo a noi stessi, mancano tre partite e saranno tre battaglie, penso che se riusciremo a conquistare 7 punti, considerando i tanti scontri diretti anche tra le altre squadre, riusciremo a guadagnare un posto nei play off, e per come stiamo adesso poi ci sarà da divertirsi. Crediamoci”.

 

mister Mesiti con Cirillo

mister Mesiti con Cirillo

Lascia un commento

Scroll To Top