Intervista al tecnico Cirillo: “Aspetto la chiamata giusta”

Intervista al tecnico Cirillo: “Aspetto la chiamata giusta”

Sfumata la possibilità Cotronei, cui le parti sembravano molto vicine, l’allenatore Massimo Cirillo torna sul mercato e attende l’offerta giusta. Quella con la società del presidente Alessio sarebbe stata la prima esperienza tra i grandi per l’allenatore di Soveria Simeri, ma è mancato qualcosa per dare il via al matrimonio, come ci spiega lo stesso Cirillo: “Ci siamo incontrati due volte, loro volevano fare le cose fatte bene ma tutto si è arenato al momento di definire lo staff e altri particolari. Mi spiace perché è una piazza dove si può lavorare bene, c’è una buona struttura e un ambiente sano. Ormai hanno scelto un altro allenatore a cui auguro un buon lavoro, credo non sia più giusto parlare di Cotronei ormai”.

Pare che subito dopo Cotronei il giovane tecnico abbia ricevuto l’offerta di un’altra società, cui preferisce non far nome, ma poi è sfumata per altri motivi: “Non ci sono state vere e proprie offerte ma sondaggi diciamo, poi mi è stato detto che essendo alla prima esperienza poteva essere un rischio per loro e hanno preferito virare su chi ha saputo muoversi attraverso sponsorizzazioni. Io non ho sponsor e chi mi sceglie deve farlo per mie capacità, quelle sono le mie uniche referenze. Voglio allenare per meriti. Aggiungo che è vero che sono alla prima esperienza da primo allenatore, ma credo che nella mia carriera, lavorando al fianco di grandi allenatori, ho maturato la giusta maturità per poter allenare in Eccellenza”.

Cirillo ci tiene a precisare, in quanto nel suo curriculum si leggono diverse esperienze con i grandi, anche se non dirette ma nel ruolo di collaboratore tecnico, tra le tante vanno menzionate quelle tra i professionisti con Colligiana (C2) e L’Aquila (C) e poi il ruolo di vice allenatore in D con Interpiana e Hinterreggio. Poi ancora ruoli importanti con il settore giovanile con Sansovino, Pianese, Chiusi e, ultimo, il Crotone, prima nel ruolo di vice nella Primavera e poi primo tecnico dell’Under 15 nazionale. Esperienza anche nel ruolo di istruttore con Udinese e Fiorentina.

Proprio tra queste esperienze Cirillo menziona l’ultima in ordine di tempo, ovvero Crotone: “Voglio ringraziare la società per avermi dato questa possibilità, è stata un’esperienza fantastica che mi ha permesso crescere ancora di più sotto l’aspetto professionale”.

Infine una battuta sul suo futuro: “Nei giorni scorsi mi ha chiamato il Messina per un ruolo nel settore giovanile ma per ora ho preferito prendere tempo. Mi piacerebbe iniziare a lavorare con i grandi e aspetto la chiamata giusto, sono certo che prima o poi arriverà, la categoria non è importante ma è ovvio che mi piacerebbe iniziare ad allenare almeno in Eccellenza”.

Lascia un commento

Scroll To Top