Intervista al tecnico Caligiuri: “Fermo quasi un anno per una norma obsoleta. Pronto a tornare”

Intervista al tecnico Caligiuri: “Fermo quasi un anno per una norma obsoleta. Pronto a tornare”

Come ogni anno a fine stagione, intervista al mio compaesano Bruno Caligiuri, col quale facciamo una breve analisi e tiriamo un bilancio di quest’anno calcistica.

Domanda d’obbligo,cosa è successo a Castrovillari ?

Allucinante, in tanti anni di calcio una cosa del genere non mi è mai successa, esonerato dopo solo 3 partite, con una vittoria e due pareggi. Sinceramente preferisco non dire quello che penso a proposito, ma soltanto parlare di una norma che nel 2016 è anacronistica ed obsoleta. L’ allenatore esonerato deve essere messo in condizione di poter cambiare squadra a stagione in corso rescindendo il contratto. Questa norma è penalizzante non solo per gli allenatori, ma anche per le società stesse perchè nei dilettanti spesso si hanno problemi economici e molte squadre si trovano a libro paga più di un allenatore. Di questa cosa ne parlero’ sia con Pilato (presidente regionale dell’associazione allenatori) che con Ulivieri (presidente nazionale dell’associazione allenatori)“.

Doveroso parlare dell’impresa del Crotone, dimmi in breve cosa ne pensi dell’emozionante calvacata dei ragazzi di Juric.

Io non credo nei miracoli, soprattutto calcistici, so che tutto è frutto del lavoro di società, mister e giocatori. Mi auguro soltanto che la crescita di Crotone non sia solo calcistica, ma soprattutto dal punto di vista delle strutture, della viabilità, delle prospettive di lavoro. La serie A deve fare da traino a tutte le istituzioni“.

Ora fammi una breve analisi dei campionati minori

Grandissime sorprese, ma meritate promozioni, perchè come sostengo io, ogni squadra a fine anno ha i punti che merita. Proprio per questo elogi per le cavalcate in Eccellenza del Sersale, in Prima categoria dell’Aprigliano e del Santa Severina in Seconda Categoria. Inoltre complimenti per il raggiungemento degli obiettivi e per aver rispettato i pronostici al Corigliano in Promozione, al Mesoraca in Seconda Categoria ed al Belvedere di quel fenomeno di Curcio in Terza categoria“.

Quali sono le tue aspettative per il prossimo anno?

Ho atteso con ansia la fine di questi campionati, godendomi la famiglia per 10 mesi. Ora come tutti gli allenatori sono in attesa della chiamata di qualche società, per ricominciare a sviluppare le mie idee calcistiche su un campo di calcio“.

Grazie per l’intervista e come al solito per la disponibiltà,Bruno, mi auguro che al più presto ritornerai ad allenare, perchè il calcio dilettantistico ha bisogno di uomo e un allenatore come te.

“Grazie a te, Alessandro”.

Lascia un commento

Scroll To Top