Intervista ad Alessio Venneri: “Grande esperienza a Sant’Anna. E potrebbe anche proseguire”

Intervista ad Alessio Venneri: “Grande esperienza a Sant’Anna. E potrebbe anche proseguire”

(nella foto da sinistra a destra Venneri e Marsala che festeggiano la promozione)

Non si è ancora spento l’eco della splendida promozione del Sant’Anna. Un risultato che inorgoglisce la fiera comunità santannese, ma anche tutti coloro che hanno fatto parte di questa squadra nella cavalcata vincente, culminata con lo spareggio dominato contro l’Aprigliano. Tra questi Alessio Venneri, difensore che ha alle sue spalle 6 anni con la maglia del Cutro tra Eccellenza e Promozione, e la stagione 2012-2013 al Roccabernarda in Promozione.

Ha scelto di scendere di categoria perché credeva in questo progetto ed i fatti gli hanno dato ragione: “Vincere è sempre bello – spiega – e non conta tanto la categoria. È stata dura, una stagione lunghissima, ma alla fine abbiamo raggiunto l’obiettivo in cui tutti credevamo, anche perché avevamo un gruppo eccezionale e lo si era capito sin dal principio. Lo stimolo vincente è venuto anche grazie all’Uria 2000 ed al Cariati, due grandi squadre che ci hanno spinto a fare sempre del nostro meglio, superando i nostri limiti. Riuscire ad essere promossi lottando con squadre del genere è un’impresa”.

Una piazza felice quella di Sant’Anna, nonostante alcuni continuino ancora a nutrire perplessità: “Mi sono trovato molto bene – commenta Venneri – a discapito di quanto mi dicevano alcune persone. Una grande società fatta di persone che hanno capito le esigenze personali di ogni membro della squadra. Sono arrivato a Sant’Anna anche grazie a Dario Marsala che mi ha convinto a sposare questo progetto, così come Aldo Giungato con cui ho giocato a Roccabernarda l’anno prima. Giocare al fianco di gente esperta come Aldo e Giovanni Scaccianoce, i due “quadri vecchi” come scherzosamente li chiamavamo ha reso tutto più semplice”.

Un successo targato anche Francesco Maiolo, come il difensore crotonese spiega: “Il mister è una grandissima persona oltre che un allenatore preparato. Ha avuto una squadra non facile da gestire per la forte personalità di molti, ma è stato bravo fino alla fine e la vittoria è merito suo, del diesse Gianni Muto e di tutta la dirigenza, oltre che di una tifoseria caloroso e legatissima alla squadra”.

Il futuro di Alessio Venneri sarà ancora gialloverde?: “Restare a Sant’Anna sarebbe bello – ammette – ci incontreremo nei prossimi giorni per cercare di trovare un accordo e sono sicuro che alla fine si troverà. Il campionato di Promozione è molto più duro e complicato, ma questa società è attrezzata anche per gestire situazioni più difficili. Nel caso dovessi restare mi auguro ovviamente di ritrovare il gruppo eccezionale di quest’ultima stagione”.

Lascia un commento

Scroll To Top