Intervista a Francesco Sestito: “Ho ricevuto diverse offerte, sto valutando”

Intervista a Francesco Sestito: “Ho ricevuto diverse offerte, sto valutando”

Tra i tanti svincolati nell’ultimo periodo di mercato, spiccano tanti nomi di qualità che al momento sono ancora fermi in attesa della giusta, tra questi spicca anche Francesco Sestito, cresciuto calcisticamente nel Cutro, dove ha disputato diversi campionati da protagonista in Eccellenza e Promozione, nelle ultime due stagioni ha indossato le maglie di Pro Catanzaro e Roccabernarda, prima di tornare al Cutro nella stagione in corso.

Qualcosa però non ha funzionato, prima un infortunio e poi la decisione della società di schierare tra i pali un under, hanno fatto ponderare a Sestito la decisione di dire addio al “suo” Cutro, ma è lui stesso a spiegare meglio cosa è successo in questi ultimi mesi: “Ero arrivato con le intenzioni di giocare e vincere con la squadra del mio paese, poi purtroppo ho avuto un principio di pubalgia e ho pensato prima di tutto a curarmi per tornare al meglio. Nel frattempo la squadra ha fatto grandi cosi con Menzà, un giovane molto promettente. La società alla riapertura di mercato ha ingaggiato un altro portiere under, così ho capito di non far più parte dei piani tecnici e ho deciso di liberarmi per cercare con serenità un’altra soluzione”.

Ora fisicamente sei pronto a scendere in campo? “Si, sono completamente ristabilito, mi manca solo la partita e non vedo l’ora di entrare a far parte di un nuovo gruppo”. Cerchi la categoria o saresti disposto a scendere? Ci sono già stati contatti? “Si, ho avuto chiamate da Isola, Cotronei e Roccabernarda, però per un motivo o per un altro non se ne è fatto nulla. Io spero di mantenere la categoria, sono giovane e mi piacerebbe continuare tra Eccellenza e Promozione, però non escludo di scendere di fronte ad un progetto importante”.

Dando un’ occhiata all’ultimo campionato alla quale hai preso parte, come vedi la corsa di testa tra Cutro e Roggiano? “Sinceramente dico con convinzione che il Cutro è la squadra più forte, nello scontro diretto col Roggiano c’erano tante assenze e ci sono stati episodi sfavorevoli, è stato solo un incidente di percorso. La squadra è completa e competitiva in tutti i reparti, sarà difficile tenergli testa. Il Roggiano ha un ottimo organico, così come anche il Davoli, però credo che l’unica squadra che potrà dare fastidio al Cutro è il Torretta. Ha un ottimo organico ma soprattutto un allenatore di caratura importante e molto preparato, Lomonaco è sicuramente un tecnico di categoria superiore”.

In basso invece due crotonesi sono in lotta per non retrocedere, pensi ne usciranno fuori? “Il Roccabernarda ha fatto innesti importanti e ora la squadra è competitiva, spero riescano a salvarsi anche perché li ho lasciato tanti amici, gente straordinaria. Non so come si stia muovendo il Cotronei, attualmente l’organico è povero numericamente, però hanno preso un allenatore importante come Trapasso che sicuramente saprà tirar fuori la squadra da questa difficile situazione”.

Lascia un commento

Scroll To Top