Intervista a bomber Palermo: “Esperienza splendida a Scandale, ora nuovi stimoli”

Intervista a bomber Palermo: “Esperienza splendida a Scandale, ora nuovi stimoli”

Appendere le scarpette al chiodo? Ma sei matto, mi sento ancora un ragazzino”, esordisce così Antonio Palermo, bomber di lungo corso che a 42 anni non ha ancora intenzione di mollare. La storia calcistica di Palermo è lunga e piena di successi, diverse le casacche indossate tra Eccellenza e Prima Categoria e dovunque abbia giocato ha sempre lasciato il segno e un ricordo positivo. Negli ultimi quattro anni ha vestito la maglia dello Scandale ottenendo grandi risultati, ora, però, sente il bisogno di cambiare: “Ringrazio Scandale sia come società sia come comunità per avermi fatto sentire uno di loro in questi quattro anni, sono stato davvero bene e ho conosciuto persone straordinarie, ho sempre sentito affetto nei miei confronti e non posso che essere soddisfatto di aver fatto parte di questa famiglia. Ora però è giunto il momento di separarsi, a 42 anni sento il bisogno di nuovi stimoli e sono pronto ad una nuova avventura”.

Dunque bomber Palermo torna sul mercato e certamente non impiegherà molto a trovare una nuova squadra, o forse l’ha già trovata? “Onestamente no, al momento non ho ricevuto alcuna proposta concreta, ho sentito qualche società ma solo in forma amichevole, per il momento sono un calciatore svincolato in attesa della giusta situazione”. Dunque false le voci su Cutro, Santa Severina e Roccabernarda? “Si, ancora non ho concluso niente con nessuno”.

Che tipo di situazione cerchi? E’ importante la categoria? “La categoria è importante a 18 anni, quando uno ha voglia di mettersi in mostra per arrivare a raggiungere il massimo, io ormai cerco la piazza giusta che possa farmi sentire a casa e mi dia ancora fiducia. A 42 anni si scende in campo solo per passione e voglia di mantenersi in forma, io mi sento ancora bene e credo di poter giocare per altri tre anni. Chi mi conosce sa quello che possa ancora dare a questo sport”.

Insomma cerchi una nuova Scandale? “Si, esattamente. Una società seria con un minimo di ambizione, in questi anni a Scandale siamo cresciuti tanto e quest’anno avremmo meritato il salto di categoria. Ammetto che mi piacerebbe tornare a vincere un campionato, sono emozioni che ti restano a vita”.

Lascia un commento

Scroll To Top