Impresa esterna della Metal Carpenteria Crotone: sbancata Polistena in quattro set

Impresa esterna della Metal Carpenteria Crotone: sbancata Polistena in quattro set

Marafioti Polistena – Metal Carpenteria KR 1-3 Parziali 22-25 16-25 25-22 16-25.

Marafioti Polistena: Da Silva, Andrisan, Delia, Raso, Sorace, Lazzaro, Nasso, Salvatore, Scaci, Politano, Rodanò, All. A. Masci.

Metal Carpenteria Crotone: Bitonti, Braichuk, Capria, De Franco, Pioli, Reale M., Reale S., Scida, Cosentino Libero, All. P. Asteriti.

Arbitro: A. Di Certo di Taurianova.

 

Exploit esterno per le ragazze della Metal Carpenteria che in emergenza a causa di assenza dell’ultima ora ha sovvertito il pronostico della vigilia e sbancato il campo di Polistena grazie ad una prestazione attenta e precisa in ogni fondamentale, accusando un calo mentale nel solo 3 set quando stava per calare il sipario sull’incontro, riaperto ma subito chiuso nel 4 set.

Pronti via mister Asteriti decide di schierare Silvia Reale in posto 4 invece di Romina Pioli fuori per una contusione alla mano destra, in coppia con Elisa Braichuk, la regia di Anastasia Franco in diagonale con Nina Bitonti ,mentre al centro trovavano subito posto Antonella De Franco e Marta Scida, a libero la sola Anna Cosentino, con la maggior parte dei dubbi e delle preoccupazioni che venivano dalla panchina essendo ridotte a 9 persone l’intera squadra vista la contemporaneità delle assenze di De Rose, Ranieri, Cesario oltre a Pioli e l’apporto ridotto di Miriam Reale in via di guarigione dal fastidio alla caviglia.

Primo set giocato benissimo nella prima parte, con De Franco al centro che metteva a terra palloni di percentuali altissime, sempre ben servita dalla regia di Franco, a completare l’opera il resto della squadra con Bitonti che con i suoi muri fermava gli attacchi da zona 4 e costringere la squadra locale di mister Masci a chiedere time out senza però cambiare le sorti del set, fino alle batture in salto di Braichuk che dopo l’inizio nervoso si scioglieva e dava sfoggio della sua forza fisica.
Al cambio campo il Crotone accelerava da subito senza dare scampo alle ragazze locali che pur sostenute dal pubblico non trovavano nessuna contromossa per arginare le manovre del Crotone con Bitonti sugli scudi e grazie alla regia perfetta di Franco un po tutte trovavano punti che spaccavano il set 25-16 il risultato finale.

Sul 2-0 il Crotone parte sulle ali dell’entusiasmo, il Polistena si affida all’esperienza di Lazzaro ed alle bordate Oliveira per restare a galla, sul 13-6 il Crotone fa un grosso errore di concentrazione, considera chiuso il match e tira i remi in barca, invece il Polistena da fondo a tutte le sue energie e inizia una lenta ed inerosabile rimonta prima 13-9 poi 17-14 per pareggiare i conti sul finire del set 21-21, da li inizia un’altra partita, il morale del Polistena sale e i nervi del Crotone la fanno giocare male, il patatrac è completato senza scusanti.

Il 4 set la metal carpenteria entra in campo con un altro piglio, mister Asteriti alterna Scida con Capria che infila un paio di muri e delle battute che spiazzano la ricezione del Polistena, il Crotone è vivo Braichuk nelle sue 3 rotazioni mette a tacere ogni illusione di portare al 5 set l’incontro, De Franco in battuta finisce il lavoro con 10 turni al servizio passando le redini dal 6-3 al 16-3 questa volta l’errore di considera chiuso il set non si commette, anzi mister Asteriti sul 22-13 per non correre nessun rischio di mandare all’aria una prestazione perfetta chiede time out scuote la squadra e chiude set e partita 25-16.

Mister Asteriti: “Alla vigilia senza mezza squadra non potevamo pensare di giocare così bene e senza nessun intoppo, oggi le ragazze sono state brave a stare sul pezzo sempre e portare a casa questa vittoria che ci consolida il 7 posto e ci da merito di aver la vorato bene, adesso ci godiamo le feste di Pasqua per poi riprendere con un’altra trasferta in quel di Gioiosa contro la Sensation“.

Comunicato Stampa Metal Carpenteria Pallavolo Crotone

Lascia un commento

Scroll To Top