Il Torretta non si ferma più: battuto il Davoli e secondo posto conquistato grazie a super Greco

Il Torretta non si ferma più: battuto il Davoli e secondo posto conquistato grazie a super Greco

(nella foto i capitani delle due squadre prima del calcio d’inizio)

TORRETTA-SPORTING DAVOLI 3-1

TORRETTA: Macrì, Vulcano, Caniglia , Stasi, Ferraro, Basile (44’ st Rinzelli), Salerno, Fabiano, Campana (1’ st Greco, 32’ st Scicchitano ), Grasso, Marino. A disposizione: Cava, Federico, Artese, Armenio. Allenatore: Lomonace

SPORTING DAVOLI: Fiorentino, Basta De Masi, Gullà (3’ st Procopio), Voci, Ruggiero, Condito, Gregoraci, Errigo, Crispino (18’ st Corasaniti ), Lombardo (25’ st Ranieri), Papaleo. A disposizione: Talotta, Iorfida, Cordì, Cavalera. Alleanatore: Scorrano

ARBITRO: Catanoso di Reggio Calabria (Polifrone di Taurianova – Zampaglione di Reggio Calabria)

MARCATORI: 44’ pt Crispino(S), 15’ st, 16’st, 29’ st Greco (T)

NOTE: Ammoniti: 15’ pt Condito (S), 24’ pt Gullà (S), 28’ pt Caniglia (T), 39’ pt Bassi De Masi (S),44’ pt Vulcano (T), 8’ st Crispino (S), 17’ st Ferraro (T), 31’ st Greco (T), 39’ st Scicchitano (T). Terreno in buone condizioni. Giornata fredda. Spettatori 500 circa. Angoli: 9-2. Recupero: 0’ pt, 4’ st.

TORRETTA – Il Torretta può sognare in grande. Oggi è chiaro a tutti, è inutile girarci intorno. Un’affermazione forte e che concretizza al cento per cento gli sforzi ed i sacrifici fatti dal sodalizio giallorosso e dallo stesso tecnico mister Lomonaco. La vittoria contro lo Sporting Davoli ha messo in evidenza i reali valori del team giallorosso. Ed è per questo che il Torretta, costruito in estate dalla bravura ed astuzia certosina del Ds Salvatore Turco e grazie alla magnificenza dei copresidenti Cantelmo e Mazziotti, dopo diversi confronti con squadre partite con ben più alte ambizioni, può davvero spostare la mira e iniziare a pensare a ben altro, pensare a qualcosa di più importante di un semplice campionato di transizione. Questo perché il Torretta oggi è a solo un punto dalla vetta dove regna il Cutro. Ed è col cuore che è stata costruita questa squadra, una squadra che ha smentito tutti e sorpreso anche forse se stessa. Ed è col cuore, con il sacrificio che sta costruendo la sua fortuna, sta disegnando un futuro diverso da quello che in molti immaginavano. Certo, non bisogna lasciarsi trasportare dall’euforia ed evitare voli pindarici. Ma bisogna ripartire da questa nuova consapevolezza per costruire la propria fortuna, sapendo che da qui a fine anno (quello solare) ci si giocherà non sol il girone di andata, ma verosimilmente un intero campionato. Nessuno vuole dirlo, nessuno ne parla.

Ma il Ds Salvatore Turco con la consapevolezza della copresidenza è riuscito a modellare una squadra a sua immagine e somiglianza e perché no anche voluta dal mister Ciccio Lomonaco, un mister giovane che ha avuto il grande coraggio e la grande bravura di rendere questa squadra unita e motivata come poche nel girone. Questo Torretta è davvero forte, tanto quanto il Cutro, il Roggiano, la Luzzese, la Promosport, San Fili e lo stesso Sporting Davoli e chi più ne ha ne metta. E alla fine la spunterà di certo non solo chi sulla carta vanta il maggiore blasone, ma chi sul campo spenderà tutto se stessa per raggiungere l’obiettivo. E in quanto a spirito di sacrificio la squadra di mister Lomonaco non è seconda a nessuno.

Vittoria bellissima contro lo Sporting Davoli. Un Torretta avvincente e ben concentrato in campo ha fatto sua una partita considerata da molti fondamentale per il prosieguo del campionato. Correttezza, fairplay e sportività questi gli elementi che hanno caratterizzato le due squadre che sono scese in campo a sfidarsi nell’incontro di cartello dell’undicesima giornata di andata del torneo di Promozione. Il Torretta come sempre inizia bene e nemmeno il tempo di fischiare l’inizio della gara che subito si trova sotto rete con Campana che di testa spizzica ed impegna Fiorentino che respinge in calcio d’angolo. Ne seguirà poi un altro battuto ancora dal Torretta. Al 15’ pt Fabiano calcia una punizione, Vulcano ben appostato in area cerca di appropriarsi della sfera ma senza fortuna. Al 20’ Stasi in anticipo su un avversario serbe prontamente Marino ma la sfera finisce in fallo laterale. Al 25’ ancora Fabiano su punizione ma la barriera ribatte. Al 26’ angolo del Torretta ma Fiorentino sventa il pericolo. Al 27’ pt bella azione corale degli ospiti con Bassi De Masi che serve Papaleo. Al 34’ Grasso fuori area avversaria tira, la difesa ribatte e Campana da pochi passi non manda in rete. Al 40’ ancora punizione di Fabiano palla per Grasso ma Fiorentino para. Al 44’ su un presunto fuorigioco, infatti la retroguardia giallorossa si ferma in attesa del fischio del direttore di gara, Crispino indisturbato segna la rete del vantaggio.

Nella seconda frazione di gioco mister Lomonaco si gioca la carta Greco che subentra a Campana. Il cambio è più che mai azzeccato. Al 3’ st Fabiano ancora su punizione serve bene Ferraro che sui piedi si ritrova la palla del pareggio ma manda fuori di poco. Il gol è nell’aria. Al 15’ st Greco in area segna la rete del pareggio. Un minuto dopo sempre il bomber Cataldo Greco servito egregiamente da Stasi segna la seconda rete del Torretta. Solo e sempre Torretta. Gioco in quantità e qualità sfoderato dai giallorossi. Al 29’ st Fabiano si incarica dell’ennesima punizione e Greco di testa in area trafigge per la terza volta Fiorentino. Al 36’ ancora Torretta, Stasi bellissima la sua prestazione serve Bruno Marino che di poco manda fuori. Ancora al 41’ st azione personale di Bruno Marino ma Fiorentino manda in angolo. Il direttore di gara decreta quattro minuti di recupero ma nulla valgono allo Sporting Davoli abbattuto dalla corazzata Torretta.

Lascia un commento

Scroll To Top