Il Taverna ritrova il sesto posto battendo a domicilio una Pro Mesoraca in caduta libera

Il Taverna ritrova il sesto posto battendo a domicilio una Pro Mesoraca in caduta libera

(nella foto una formazione del Taverna)

PRO MESORACA-TAVERNA 1-2

PRO MESORACA: Pallone, Ferrazzo (1′ st Statti), Foresta, Londino (38′ st Barbera), Gentile, Pasquale, S. Sirianni, Ruberto, G. Sirianni, Lombardo (32′ st Giglio), Marrazzo. Allenatore: S. Sirianni

TAVERNA: L. Di Marco, Corea, Colosimo, Pristerà, Mustari, Rizzo, Mirante (36′ st Procopio) Puleo, Piccoli, Carrozza (29′ st Cariati), De Luca. Allenatore: Folino

ARBITRO: Maltese di Soverato

MARCATORI: 5′ st Mustari (T), 27′ st Carrozza (T), 48′ st G. Sirianni (P)

MESORACA (Kr) – Per la Pro Mesoraca è buio pesto e le porte della retrocessione, col passare delle domeniche, diventano sempre più spalancate. La squadra non riesce a rendersi pericolosa e l’impegno non basta a porre rimedio ad una situazione che appare quasi irreparabile. Le carenze dell’undici di Salvatore Sirianni sono croniche e la squadra sarà costretta ad uno sforzo immane per potersi tirare fuori da questa palude.

Nella gara odierna, contro una squadra per nulla trascendentale, la Pro ha confezionato una delle peggiori prestazioni della sua inqualificabile annata ed ha peggiorato la sua posizione di classifica precipitando al penultimo posto. Attacco inesistente, centrocampo molle e difesa in bambola quando viene attaccata rappresentano lo stato attuale di una compagine che ha perso anche la grinta e la determinazione dei tempi migliori.

E pensare che si puntava molto su questa gara per la risalita, ma il risultato mette davanti agli occhi l’amara realtà di una classifica che diventa ogni domenica sempre più preoccupante.

Cronaca: 13′ pt punizione per i padroni di casa ben calciata da Lombardo e traversa piena, mentre al 20′ pt gli ospiti sono pericolosi anche loro su calcio piazzato con Piccoli. Al 29′ pt dormita generale della difesa locale e Carrozza perdona tutti tirando sull’ottimo Pallone in uscita. L’unico dei locali a creare qualche pericolo è Lombardo che ci prova al 31′ pt ma la sua conclusione finisce alta.

Nella ripresa è subito vantaggio ospite al 5′ st con un azzeccato colpo di testa di Mustari che sorprende l’intera difesa locale. Si attende la reazione della Pro Mesoraca, ma le idee mancano e non si crea assolutamente nulla. Anzi al 27′ st arriva il raddoppio ospite col volpone Carrozza che beffa ancora l’immobile difesa mesorachese. I restanti minuti servono a poco e solo nel recupero G. Sirianni riesce ad accorciare le distanze per il più inutile dei gol.

Lascia un commento

Scroll To Top