Il Sant’Anna vince grazie ad un ottimo primo tempo. Prasar sconfitto ma a testa alta

Il Sant’Anna vince grazie ad un ottimo primo tempo. Prasar sconfitto ma a testa alta

(nella foto una formazione del Sant’Anna)

SANT’ANNA-PRASAR 2-1

SANT’ANNA: Scaccianoce 6,5, Stillitano 7, Demeco 7, Leone 7, Fra. Ribecco 7, Marsala 7, Liperoti 7 (15’ st Petrocca 6,5), Fa. Ribecco 7 (1’ st Scandale 7), Giungato 7,5 (30’ st Samake 6), Iencarelli 6,5, Calabretta 6,5. In panchina: Caterisano, Giardina, Condello, Garofalo. Allenatore: Maiolo

PRASAR: Procopio 7, Mauro 6, Critelli 6, Arabia 6, Capicotto 6,5, Mauro 6, Desio 6, Giuliano 6, Larosa 6, Soluri 5,5 (21’ st Nisticò 6), Cuomo 6,5. In panchina: Celano. Allenatore: Lanciano

ARBITRO: Bruno di Rossano 6

MARCATORI: 20’ pt Giungato (SA), 42’ st Liperoti (SA), 32’ st Cuomo (P)

NOTE: Spettatori 100 circa.Ammoniti: Giungato; Angoli 4-1; Recupero 1’ pt; 3’ st.

SANT’ANNA (Kr) –Vittoria combattuta per il Sant’Anna di mister Maiolo che, in una giornata piovosa e con un campo al limite della praticabilità sconfigge l’ottimo Prasar che ha saputo tener testa alla squadra di casa facendo rimanere la partita in bilico fino al triplice fischio finale. Il Sant’Anna ritrova dopo dieci mesi di squalifica Stefano Calabretta e dopo sette mesi il capitano Leone che ritornano entrambi negli undici titolari. Dopo l’errore dal dischetto dello stesso Calabretta nei minuti iniziali della gara, il Sant’Anna ha il pallino del gioco nelle sue mani e trova il doppio vantaggio prima con la splendida girata al volo di Giungato al 20’ e poi con il colpo di testa di Liperoti al 42’ che chiudono il primo tempo.

Nella ripresa la pioggia diventa più forte e la partita un po’ più brutta. Il Sant’Anna tiene bene, ma il Prasar, con i suoi lanci lunghi alla ricerca della punta Larosa, mette in difficoltà la difesa giallo verde. La squadra ospite concretizza tutti i suoi sforzi al 32’ con la potente punizione di Cuomo e con Scaccianoce che non può farci nulla. Il Sant’Anna, a denti stretti, conquista i tre punti importantissimi e resta col fiato sul collo alla capolista Uria che non cede il passo.

Fonte: uessesantanna.it

Lascia un commento

Scroll To Top