Il San Leonardo pareggia a Savelli a tempo scaduto. I locali si lamentano per l’arbitraggio

Il San Leonardo pareggia a Savelli a tempo scaduto. I locali si lamentano per l’arbitraggio

GIOVENTU’ SAVELLI-SAN LEONARDO 2-2

SAVELLI: Torcasso, S. Chiarello (15’ st Barbaro), Greco, Tridico, G. Anania (13’ st Jakimonis), Bevilacqua (35’ st Levato), Notaro, A. Anania, A. Cerminara, Balsamo, Lautieri (44’ st Iozzi). In panchina: G. Chiarello, P. Cerminara, M. Marasco. Allenatore: Barbato

SAN LEONARDO: Frontera, F. Zoffreo, Ferrini (1’ st S. Mannolo, 34’ st Geraldi), Pignanelli, E. Colosimo, Mancuso, S. Falcone, Gio. Trapasso, Piccolo, L. Colosimo, Diletto (22’ st Scerbo). In panchina: Procopio, A. Mannolo, G. Zoffreo, G. Mannolo. Allenatore: Caloiro

ARBITRO: Poerio di Crotone

MARCATORI: 25’ pt Balsamo (GS), 32’ pt E. Colosimo (SL), 30’ st A. Cerminara (GS), 50’ st S. Falcone (SL)

SAVELLI (Kr) – Finisce 2 a 2 tra Gioventù Savelli e San Leonardo, risultato strettissimo per i padroni di casa che con una prestazione tutta corsa, grinta e voglia di vincere, hanno costretto gli avversari per buona parte del match a rimanere schiacciati nella propria metà campo. Purtroppo però tutto questo passa in secondo piano causa il pessimo arbitraggio di Poerio che con decisioni alquanto discutibili, su tutte quella di convalidare a tempo ampiamente scaduto una rete in evidente fuorigioco a Serafino Falcone ed anche con una gestione di cartellini, falli e fuorigioco imbarazzante, penalizza per l’ennesima volta in questa stagione i silani. Già dalle prime battute il Savelli spinto finalmente da un grande pubblico, appare più determinato e sfiora il gol prima con una punizione di Notaro che grazie ad una deviazione di Trapasso sbatte sul palo e poi con un tiro di Balsamo che viene ribattuto sulla linea da Pignanelli. La netta supremazia savellese si manifesta al 25’ col meritato vantaggio firmato da Balsamo che sfruttando un lancio di Notaro, scatta sul filo del fuorigioco, brucia la difesa ospite e a tu per tu con Frontera non sbaglia, siglando così il settimo sigillo stagionale. Al 31’ incredibilmente alla prima occasione da palla inattiva il San Leonardo trova il pareggio con un colpo di testa di Emilio Colosimo. Finisce cosi il primo tempo sull’1 a 1,doccia fredda per i ragazzi di Barbato che per mole di gioco e occasioni meritavano di trovarsi in vantaggio.

Ma il duro colpo non abbatte il Savelli anzi lo carica ancor di più e dopo altre occasioni da gol finalmente al 31’ st trova il 2 a 1 con una bellissima azione corale: Balsamo recupera palla e trasforma l’azione da difensiva ad offensiva servendo Jakimonis, quest’ultimo con una splendida apertura smarca Bevilacqua che entra in area e serve un pallone delizioso a Antonio Cerminara: “El Pipita” con una zampata mette la palla in rete realizzando cosi la sua quinta rete in campionato. A questo punto i padroni di casa cono in pieno controllo del match e sfiorano anche in un paio di circostanze il 3 a 1,ma proprio sul più bello sale in cattedra Poerio che prima non espelle il già ammonito Trapasso per un fallaccio su Balsamo lanciato a rete e poi all’ ultimo minuto di recupero s’inventa una punizione. Da questa punizione dopo un batti e ribatti in area scaturisce il 2 a 2 firmato da Falcone, viziato però da un evidente fuorigioco scatenando così le proteste dei Silani e l’ira del pubblico. Finisce così la partita. In sintesi si potrebbe dire Savelli 2 Poerio 2. Tristezza, sconforto, rabbia e indignazione: sono questi i sentimenti che emergono dai giocatori di casa per lo scempio subito. Quello che abbiamo visto al “Giuseppe Caligiuri” è una vera sconfitta dello sport e della lealtà sportiva. Purtroppo queste piccole realtà come il Savelli non vengono tutelate da nessuno.

Lascia un commento

Scroll To Top