Il Real Cerva sorprende la Crucolese al Forciniti. Per i biancorossi domenica c’è la finale

Il Real Cerva sorprende la Crucolese al Forciniti. Per i biancorossi domenica c’è la finale

CRUCOLESE-REAL CERVA 1-2

CRUCOLESE: G. Amantea , Greco (25’ st Parrilla), Cicala, Zito (20’ st Adimari), Rienzo, Rinzelli, C. Amantea, Brescia, De Roberto, V. Amantea, Caruso. In panchina: Berardi, Val. Amantea. All. Vulcano.

REAL CERVA: Madia, Schipani, F. Agostino, Deluca, Rizzo, Caligiuri, Sciumbata (30’ st Pullano), Scorza, S. Agostino (18’st Raimondi), Rizzuti (26’ st Mannarino), Trapasso. In panchina: Pullano, Rizzuti, Mattia, Rizzuti F., Raimondi, Sacco. All. Borelli.

ARBITRO: Nucera di Reggio C.

MARCATORI: 15’st F. Rizzuti, 28’st Raimondi, 43’st De Roberto

 

CRUCOLI (Kr): Amara sconfitta interna per la Crucolese che dice così addio al sogno di ritornare in Prima Categoria, si conclude una stagione comunque positiva per la squadra di mister Vulcano, partita non certamente tra le favorite ad inizio stagione ma che alla fine ha saputo lottare alla pari con tutte conquistando un grande terzo posto. Grande impresa invece per il Real Cerva in un campo molto ostico e in una partita così delicata, l’undici di Borelli esprime un grande calcio grazie soprattutto all’esperienza di gente come Rizzo, De Luca, Madia, Scorza e capitan Rizzuti.

Nel primo tempo regna l’equilibrio, a prevalere è soprattutto il grande tatticismo dei due allenatori che cercano di studiarsi a vicenda. Nella ripresa la squadra catanzarese entra in campo con un piglio diverso, Borelli ha strigliato i suoi a dovere negli spogliatori e al quarto d’ora arriva il vantaggio di Rizzuti che fa esplodere la panchina ospite. La Crucolese a questo punto si sbilancia in avanti a caccia del pareggio, è il capitano Carmine Amantea a sfiorarlo con una botta dalla distanza.

Nel miglior momento dei padroni di casa però, arriva un clamoroso svarione difensivo che regala al Cerva una grande chance, ne approfitta De Luca che serve a Raimondi la palla del 2-0. Nel finale De Roberto accorcia le distanze, ormai è troppo tardi.

Lascia un commento

Scroll To Top