Il presidente Vrenna irritato dal comportamento di Juric: “Per me capitolo chiuso”

Il presidente Vrenna irritato dal comportamento di Juric: “Per me capitolo chiuso”

Non l’ha presa bene il patron Vrenna. Le dichiarazioni di Juric a Sportitalia che hanno fugato ogni dubbio sul proprio addio alla panchina rossoblù, hanno indispettito il presidente. Secondo quanto si legge sulla Gazzetta dello sport queste sono le dichiarazioni di Raffaele Vrenna: “Juric sa che è sotto contratto col Crotone per un altro anno e che i contratti vanno rispettati. D’altra parte non trattengo nessuno contro la sua volontà. Per cui ci incontreremo per definire la situazione e trovare il modo di risolvere il nostro rapporto. Per me il capitolo Juric è un capitolo chiuso, anche se mi dispiace per il popolo crotonese, che avrebbe meritato che restasse“.

Nella stessa intervista Vrenna ha confermato che il Crotone cercherà un allenatore giovane ed emergente, restringendo così la scelta a quattro candidati: De Zerbi (per molti il prescelto), Oddo, Gattuso e Grosso. Pertanto non finisce in amore la storia tra l’Fc Crotone e Juric, ma che la situazione fosse tutt’altro che rosea era nell’aria. Nemmeno i festeggiamenti di queste ultime settimane avevano fugato il dubbio di un certo fastidio societario per la decisione di Juric di lasciare il Crotone.

E da parte del tecnico croato non sono mai mancate le frecciatine alla società, sia per l’organizzazione che per la conoscenza del calcio a certi livelli. Le critiche per la gestione dell’infortunio di Yao rappresentano uno degli esempi. Così come quelle ad una città con mille problemi, forse non all’altezza della “sua Genova”. Non possiamo per questo dargli torto, ma la tifoseria è certo dispiaciuta per non avere la possibilità di godersi “il Crotone di Juric” anche in serie A.

Vedremo come si accorderanno le parti, è probabile che il Genoa (se Genoa sarà) dovrà riconoscere un indennizzo alla società calabrese, magari anche sotto forma di scambio di calciatori. Altrimenti, ma ci sembra una eventualità remota e che non conviene a nessuna delle parti, il tecnico rischia di stare una stagione fermo.

Lascia un commento

Scroll To Top