Il Papanice ribalta lo svantaggio e supera il Casabona. La squadra di Lorecchio vola in classifica

Il Papanice ribalta lo svantaggio e supera il Casabona. La squadra di Lorecchio vola in classifica

PAPANICE – CASABONA 3-1

PAPANICE: Cristaldi, Muto, Devona P. (68’ Villaverde), Virelli , Devona S., Carvelli, De Roberto (68’ Santoro), Ioppoli, Cavallo, De Pasquale, Rossetti (79’ Squillace). A disp.: Rosato,Devona A., Aracri, Micalizzi. All.: Lorecchio.

CASABONA: De Giacomo, Giuda, Novello, Mancuso (47’ Pellizzi), Teodoro, Andracchio, Gallo, Livadoti, Turano, Sangervasio, Siciliani. A disp.: Zidani, Corigliano, Benincasa, Aprigliano, Palmieri. All.: Cesario.

ARBITRO: Maltese di Catanzaro.

MARCATORI: 34’ Turano (C), 40’ Ioppoli (rig.), 71’ Carvelli 86’ Villaverde (P).

 

E adesso il Papanice ci crede, anche se la voce che circola all’interno della spogliatoio dice di guardare solo e soltanto alla salvezza. La sfida interna con il Casabona era il classico esame di maturità, che la squadra di Lorecchio ha superato con pieno merito. Il Casabona è apparsa tuttavia squadra quadrata e capace di lottare fino alla fine per le zone alte della classifica.

Inizia Meglio il Papanice e pronti via crea una ghiotta occasione per De Roberto. L’esterno sfrutta un cross di Cavallo dalla sinistra, ma il suo tiro finisce a pochi centimetri dal palo di De Giacomo. I minuti successivi sono di studio tra le due compagini con il Casabona che cerca di organizzarsi per trovare spazi. Alla mezz’ora i locali hanno da recriminare con l’arbitro. De Pasquale recupera un pallone e si lancia in contropiede con la difesa casabonese scoperta e dopo essere entrato in area viene atterrato da Andracchio, sarebbe stato rigore ed espulsione per il difensore ospite, ma Maltese lascia correre tra le proteste dei rossoblù. Sul capovolgimento il Casabona approfitta dell’unica disattenzione dei locali nel primo tempo e con Turano riesce a passare in vantaggio anticipando Cristaldi in uscita. Il pareggio rossoblù arriva quasi sul finire del primo tempo. De Pasquale si libera in area e al momento di calciare viene steso da un difensore, per Maltese non ci sono dubbi e assegna la massima punizione. Si occupa della trasformazione Ioppoli che dagli undici metri non sbaglia.

Nella ripresa parte subito meglio il Casabona, che avrebbe l’occasione di portarsi in vantaggio. Infatti su un pallone perso a metà campo, Turano si invola in solitario e a tu per tu con Cristaldi cerca di superarlo con un pallonetto, il pallone però s’infrange sulla traversa e ritorna in campo, con la difesa che libera l’area dal pericolo. Il vantaggio arriva intorno alla metà della ripresa. Rossetti conquista con caparbietà un calcio di punizione dai 20 metri, s’incarica del tiro Capitan Carvelli, che calcia un siluro alla destra di De Giacomo, il pallone prima batte sul palo e poi gonfia la rete, con i rossoblù a festeggiare il capitano sotto i propri tifosi.

Giuseppe Durante

Lascia un commento

Scroll To Top