Il Papanice è decimato dalle squalifiche. Lo Scandale non fa sconti e vince con un poker

Il Papanice è decimato dalle squalifiche. Lo Scandale non fa sconti e vince con un poker

(nella foto Antonio Scalise “Tupale” in azione)

SCANDALE-PAPANICE 4-1

SCANDALE: Cursio 6 (33′ st Trivieri sv), C. Scalise 7 (27′ st Greco sv), Giuda 7,5 (27′ st M. Mauro sv), Cusato 7, Borda 7, Lumare 7,5, Palermo 8, Rullo 7, Lucanto 8, F. Mauro II 7,5, A. Scalise I 7,5. A disposizione: Garofalo, F. Mauro I, Castagnino. Allenatore: Castagnino 9.

PAPANICE: Bertè, Squillace Villaverde, Virelli, De Vona, Porta, Alessi, Muscatello, Regalino (15′ st Amoruso), De Pasquale (31′ st Santoro), Aracri. A disposizione: Micalizzi, Granatelli, Scordio. Allenatore: Lorecchio.

ARBITRO: Gerardo Avolio di Rossano 5,5.

MARCATORI: 38′ pt Lucanto (S), 43′ pt Palermo (S), 14′ st Giuda (S), 29′ st A. Scalise I (S), 44′ st Alessi (P).

NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti: Virelli (P), Porta (P). Recupero: 1′ pt e 3′ st.

 

SCANDALE (Kr) – Ecco, quello visto domenica 21 dicembre al “Luigi Demme” di Scandale forse è la squadra che aveva in mente da tempo mister Castagnino. Concentrata, precisa, puntuale. Per il Papanice di mister Lorecchio, decimato dalle squalifiche c’è stato poco da fare. Con una bella prestazione, infatti, lo Scandale di mister Castagnino si sbarazza del Papanice e torna a far punti dopo 4 sconfitte consecutive. Una bella prova della squadra del presidente Domenico Marazzita che ha mandato in rete quattro calciatori diversi.

Sblocca il risultato Lucanto al 38′ dopo che il Papanice aveva retto bene: incursione centrale e nulla da fare per Bertè. Cinque minuti dopo raddoppia Palermo: cross dalla sinistra ed in tuffo, quasi a toccar terra, di testa infila la porta. Nel secondo tempo la musica non cambia e al 14′ arriva la terza rete dei padroni di casa: stupenda la punizione di Giuda, al secondo gol stagionale, con palla che sorpassa la barriera e si infila sotto l’incrocio. Infine al 29′ in contropiede arriva la rete di Antonio Scalise “Tupale”. Il Papanice, che trova il gol della bandiera quasi allo scadere con una punizione di Alessi che la barriera devia alle spalle del giovane portiere Trivieri, subentrato a Cursio, dobbiamo dirlo, non ha giocato una brutta gara ma alla fine ha vinto la fame di punti dei ragazzi del presidente Marazzita.

Ora pausa natalizia e, al rientro, nell’antico di sabato 10 gennaio 2015 lo Scandale si troverà di fronte la co-capolista, insieme al Taverna, Minieri King Elettrica. A Scandale già sognano il colpaccio!

Rosario Rizzuto

Lascia un commento

Scroll To Top