Il Pallagorio batte il Cirò e si salva. Per gli ospiti playout ormai inevitabile

Il Pallagorio batte il Cirò e si salva. Per gli ospiti playout ormai inevitabile

PALLAGORIO-CIRO’ 3-2

US PALLAGORIO: De Giacomo, F. Pullo, S. Pullo (1′ st G.Basta 99), P. Mustacchio, S. Bonanno, Gentile, Forcinito, Cua, G. Basta 85, Ruggiero, Mele – In Panchina: Astorino, Scaramuzzino, C. Mustacchio, E. Bonanno. Allenatore: E. Bonanno.

FC CIRO’: Bruno, Bartolo (4′ st Basile), Nigro (32′ st Aloisio), Leto, Iacometta, Garrubba, Cortese, Caruso (25′ st Morise), Zumpano, Affatato, Agresti. Allenatore: C. Iuzzolini.

ARBITRO: Sig. Giuseppe Sabato della sez. di Catanzaro.

MARCATORI: 21′ pt S. Bonanno (P) – 38′ pt, 8′ st Affatato (C) -. 23′ st Ruggiero (P) – 31′ st Ruggiero (rig.) (P).

NOTE: ammoniti: Garrubba (C). Angoli, 3 – 2 Cirò. Recupero, nessuno pt – 3min. st.

Spareggio salvezza quello che è andato in scena domenica pomeriggio al “S. Cristoforo”, tra l’US Pallagorio, squadra in grande spolvero reduce da 4 vittorie consecutive con le quali è stata rilancita in classifica, decisa a conquistare davanti al proprio pubblico la permanenza in prima categoria con una giornata d’anticipo e il Cirò del presidente Lettieri, la squadra meno in forma in questo momento del campionato (causa un pessimo girone di ritorno, con alcune partite in casa con esiti disastrosi) e che arriva a questo appuntamento di fine stagione pieno di paura poiché lo spettro dei play out, neanche minimamente pensabile in un alcune fasi del girone d’andata, proprio oggi si potrebbe materializzare.

Visto oggi però il Cirò non si può rimproverare niente, sotto di un gol del solito capitan S. Bonanno (gol n. 20 stagionale e 250° in carriera), con due gol di pregevola fattura di Affatato riesce a ribaltare il risultato e mettere paura ai locali, sotto ancora poi per la doppietta di D. Ruggiero (il secondo su sacrosanto rigore, per fallo inutile su l’indemoniato G. Basta), sfiora in almeno in un paio (colpita anche una traversa) di occasioni il pareggio che forse in prospettiva dell’ultima giornata di campionato poteva valere anche di più.

Alla fine però l’Us Pallagorio vince, anche meritamente e quella che inizio campionato per il presidente F. Pontieri, i F.lli Bonanno, P. Gentile e i pochissimi sponsor sembra una pazza scommessa nei fatti si tramuta in qualcosa di importante sia sotto l’aspetto sportivo ma anche dell’aggregazione sociale, soprattutto in comunità piccole come Pallagorio dove è ancora forte il senso di appartenenza.

Ricordiamo che l’Us Pallagorio, per certi aspetti nel panorama calcistico calabrese, rappresenta un caso quasi unico, un po’ (fatte le dovute proporzioni) come l’Atletico Bilbao (lingua basca), dove, ad eccezione di A. De Giacomo e G. Mele della vicina Casabona, ma ormai naturalizzati Pallagoresi e dei F.lli S. e F. Pullo, crotonesi doc. da sempre amici della famiglia Us) i calciatori sono tutti di lingua Arbresche.

Come già anticipato dall’autorevole Crotone Sport in chiave play out, ad eccezioni di quasi un un improbabile scivolone interno del S. Severina con il Casoli del Manco, ormai retrocesso, lo scontro play out sarà tra il Kennedy e il Cirò, in questi casi si dice sempre: vinca il migliore!

 

la formazione del Pallagorio

Lascia un commento

Scroll To Top