Il Mesoraca ottiene un prezioso punto nel derby in casa dello Scandale

Il Mesoraca ottiene un prezioso punto nel derby in casa dello Scandale

SCANDALE-MESORACA 1-1

SCANDALE: Cursio 6, C. Scalise 6, Giuda 6,5, M. Garofalo 6, Borda 6, Castagnino 6 (34′ st D. Marazzita 6), Palermo 6, Rullo 6, Lucanto 7, F. Mauro II 6,5, A. Scalise I 7. A disposizione: Trivieri, Greco, A. Scalise II. Allenatore: Castagnino 6.

MESORACA: Pallone 7, Pasquale 5, Rocca 6, Ruberto 5, Matarise 5,5, G. Marrazzo 6, Vescio 6, Barbera 5,5 (22′ st Ferrazzo 6), Sirianni 6,5, Cozza 6, F. Marrazzo 6. A disposizione: Fico. Allenatore: Garofalo 6,5.

ARBITRO: Francesco Aureliano di Rossano 7,5.

MARCATORI: 47′ pt Lucanto (S), 3’ st Sirianni (M).

NOTE: Spettatori: un centinaio circa. Ammoniti: Pasquale, Matarise, Ruberto e Ferrazzo tutti del Mesoraca. Recupero: 2′ pt e 5′ st.

 

SCANDALE (Kr) – Stare fermi molti giorni è penalizzante e lo Scandale tornava in campo (se si escludono i pochi minuti di Stelettì) dopo oltre un mese a causa del rinvio delle due ultime due trasferte consecutive, quella di Catanzaro contro il Minieri King Elettrica, rinviata per vento forte e che si recupererà il 28 gennaio e quella di domenica l’altra a Stalettì iniziata ma poi frettolosamente sospesa per nebbia.
Non era facile ritrovare la concentrazione e, nonostante l’impegno col Mesoraca sulla carta potesse sembrare alla portata dei ragazzi di mister Castagnino, facile non lo è stato davvero anche perché lo Scandale, causa febbre e acciacchi vari si è ritrovato senza Cusato, Lumare e i fratelli Mauro, quattro punti fermi della squadra quasi sempre titolari nelle precedenti gare.

Ma anche il Mesoraca non se la passava benissimo, infatti è entrato in campo con sei under e con soli due uomini in panchina, ma i ragazzi di mister Garofalo sono stati bravi a chiudere tutti gli spazi concedendo davvero poco a Rullo e compagni.

Il vantaggio locale è frutto di un gran gol di Lucanto al 47′ del primo tempo: punizione sulla destra defilata per lo Scandale, Rullo invece di lanciare il pallone in area mette in pratica uno schema targato Castagnino e serve al limite per Lucanto che indovina un eurogol sotto l’incrocio alla sinistra del portiere Pallone.
Ma la gioia dura poco per i locali che, tornati in campo dopo l’intervallo, subiscono, in modo quasi casuale, dopo solo 3 minuti, il pareggio del Mesoraca con Sirianni, sarà l’unico tiro in porta degli ospiti come rimarcato anche da mister Castagnino.

Inutile il forcing finale dello Scandale nonostante Castagnino si giochi la carta presidente e mandi in campo il presidente-giocatore Domenico Marazzita, che fa vedere cose egregie ma in un paio di occasioni non è fortunato. Fortuna che sta mancando, e tanto, a questo Scandale 2014/2015.
Ora, mercoledì 28 si va a Catanzaro per il recupero contro il Minieri King Elettrica; sarà dura ma Borda e compagni hanno il dovere di provarci, d’altraparte anche il Mesoraca, sulla carta e vista la distinta, sembrava spacciato.

Rosario Rizzuto

Lascia un commento

Scroll To Top