Il Mesoraca in casa non lascia scampo. Torre Melissa battuta nel derby

Il Mesoraca in casa non lascia scampo. Torre Melissa battuta nel derby

(nella foto il presidente del Mesoraca, Pasquale Marrazzo)

MESORACA-NUOVA TORRE MELISSA 2-1

S.S. MESORACA: Oliverio, Fontana, G. Leto, Marino, Peluso, Corasaniti, P. Marrazzo, G. Garofalo (72° Criniti), Brizzi, C. Riga (50° F. Leto), Vescio. Allenatore: Raffaele Varacalli.

NUOVA TORRE MELISSA: Cursio, A.P. Turano, A. Federico (57° Todaro), A. Turano (46° M. Riga), Ciampà, Squillace (83° Tigano), G. Basta, Livadoti, A. Basta, Salvemini, C. Federico. Allenatore: Raimondo Porcelli.

ARBITRO: Francesco Romano di Rossano

MARCATORI: 32° P. Marrazzo (M), 69° Vescio (M), 78° G. Basta (N).

Bella gara, piacevole ed altamente interessante sotto il profilo tecnico-agonistico, giocata intensamente dalle due squadre che hanno dimostrato di essere in palla e ben disposte per un campionato di sicura qualità. Rimane ancora a zero punti la Nuova Torre Melissa, ma quella vista a Mesoraca certamente non avrà problemi di classifica e, anzi, potrà ancora dare fastidio a tante altre compagini che si presentano con ambizioni di vertice. L’incontro vinto dalla S.S. Mesoraca è stato sostanzialmente equilibrato e l’aver incamerato i tre punti contro un avversario di alto profilo accresce l’autostima di una compagine che non ha nulla da invidiare a nessun’altra concorrente.

L’undici di Raffaele Varacalli e del presidente Pasquale Marrazzo (nella foto), dopo aver acquisito il doppio vantaggio, è rimasto compatto e giudizioso di fronte allo sforzo degli ospiti che, sebbene in undici dal 51° per l’espulsione di C. Federico, le hanno tentate tutte per arrivare quanto meno al pareggio.

Cronaca: si parte con le due squadre concentrate a tamponare tutte le iniziative e la prima vera occasione da rete arriva al 25° con Gennaro Garofalo che colpisce la traversa con un tiro da fuori. Al 28° una pregevole azione personale di A. Basta con conclusione ben parata da Oliverio, mentre al 32° la S.S. Mesoraca coglie il vantaggio con un gran gol del solito Pasqualuzzu Marrazzo che dopo la rete cerca il papà presente in tribuna visibilmente commosso per la dedica della marcatura. Il primo tempo si chiude così e dal megafono del furgone del Dirigente Fedele Oliverio partono le note di una canzone composta in collaborazione con Max Gigliotti e cantata dallo stesso Max che, da oggi, è diventata ufficialmente l’inno della squadra.

Poi si riprende e gli ospiti provano a raddrizzare la gara e nonostante l’espulsione di C. Federico si rendono spesso pericolosi dalle parti di Oliverio. Il raddoppio locale è opera di Antonio Vescio che al 69° sfrutta appieno l’assist di F. Leto. La Nuova Torre Melissa accorcia le distanze al 78° con G. Basta che ribadisce in rete un cross di A. Basta, il migliore dei suoi. I minuti finali sono tutti per gli ospiti, ma il Mesoraca regge bene e seppure con qualche sofferenza incamera i primi tre punti del campionato.

Lascia un commento

Scroll To Top