Il Gallico Catona non passa. Un solido Cutro ottiene un altro risultato importante

Il Gallico Catona non passa. Un solido Cutro ottiene un altro risultato importante

(nella foto le due squadre a centrocampo)

GALLICO CATONA-CUTRO 0-0

GALLICO CATONA: Barillà (’96), Calarco (dal 15’ st Caputo), La Cava (’95), Penna, Caridi, Oliveri, Musarella (’95), Gatto, Zappia (dal 10’ st Monorchio (’96)), Cormaci (dal 33’ st Mileto), Postorino. In panchina: Chirico (’97), Firriolo (’97), Giunta, Fabrizio. Allenatore: Franceschini.

CUTRO: Maruca (’96), Mercurio (’96), Aiello (’96) (dal 32’ st Crugliano (’95)), Arabia, Porpora, Maione, Milano (dal 47’ st Squillace), Balsamo, Covelli, Riolo (dal 37’ st Russo), Mercuri. In panchina: Piazza, Guerrieri (’96), Carnà, Lorecchio. Allenatore: Morelli.

ARBITRO: Fiore di Paola (assistenti Marafioti e Rizzo di Cosenza).

ESPULSO: al 35’ st il tecnico Morelli (C) per proteste.

 

Ottimo pareggio per il Cutro in casa del Gallico Catona che affrontava questa sfida interna da seconda in classifica. Un pari che dimostra la grande maturità e solidità del Cutro, ormai non più una sorpresa ma una realtà consolidata in questo torneo di Eccellenza.

I reggini possono recriminare per aver colpito tre legni, ma anche i cutresi hanno avuto delle limpide occasioni per vincere la gara. Nella prima frazione di gioco almeno tre grandi chance per la squadra ospite: Riolo colpisce l’esterno della rete su punizione, Mercuri a tu per tu col portiere gli tira addosso, e infine Arabia servito da Mercuri all’altezza del dischetto del rigore calcia debolmente tra le braccia di Barillà.

Per il Gallico una grande occasione con un palo colpito in seguito ad una mischia e poi due belle parate di Maruca che si conferma portiere di grande affidamento nonostante abbia solo 18 anni.

Nel secondo tempo gara più tattica, coi padroni di casa maggiormente propositivi ma ospiti sempre pungenti in contropiede con Riolo e Covelli. Il Gallico negli ultimi dieci minuti spinge maggiormente e colpisce un palo su una punizione deviata dalla barriera. Nel secondo minuto di recupero è Gatto a cogliere il palo interno da posizione defilata.

Il Cutro riesce a tenere nel finale tumultuoso e raccoglie i complimenti anche degli avversari. Domenica si giocherà nuovamente in campo neutro, probabilmente ad Isola Capo Rizzuto, e sarà il Sersale l’avversario di turno, in una sorta di derby.

Lascia un commento

Scroll To Top