Il Crotone stecca l’esordio. Il Milan risolve presto la pratica con Cutrone-Suso

Il Crotone stecca l’esordio. Il Milan risolve presto la pratica con Cutrone-Suso

CROTONE-MILAN 0-3

CROTONE: Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Cabrera, Martella; Rohden (dal 10′ st Nalini), Barberis, Mandragora, Stoian (dal 26′ st Izco); Budimir, Trotta (dal 6′ pt Dussenne). In panchina: Festa (GK), Viscovo (GK), Suljic, Borello, Crociata, Ajeti. Allenatore: Nicola.

MILAN: G. Donnarumma; Conti (dal 23′ st Abate), Musacchio, Bonucci, Rodriguez; Kessie, Locatelli (dal 23′ st Mauri), Calhanoglu; Suso, Cutrone (dal 16′ st Andrè Silva), Borini. In panchina: Storari (GK), A. Donnarumma (GK), Calabria, Zapata, Montolivo, Antonelli. Allenatore: Montella.

ARBITRO: Mariani di Aprilia.

MARCATORI: 5′ pt Kessie (rig.), 18′ pt Cutrone, 23′ pt Suso.

AMMONITI: Cutrone (M), Locatelli (M), Bonucci (M), Dussenne (C).

ESPULSO: 4′ pt Ceccherini (C) per fallo da ultimo uomo.

Esordio da dimenticare per il Crotone. Contro il Milan la gara si chiude praticamente nella prima metà della prima frazione. Già al 3′ Ceccherini atterra Cutrone lanciato verso Cordaz: dopo il consulto col Var l’arbitro conferma il rigore ed espelle il difensore rossoblù. Dal dischetto Kessiè calcia molto angolato, Cordaz indovina ma non ci arriva. Monologo milanista, il raddoppio arriva al 18′ con Suso che dal fondo mette sulla testa di Cutrone, abile ad anticipare portiere ed avversari. Le parti si invertono cinque minuti dopo: il giovane attaccante dal fondo serve un assist basso per Suso che di sinistro indovina l’angolino. Partita messa in cassaforte, il resto è solo un attendere il fischio finale. Partita condizionata dall’episodio iniziale ma la sensazione è che la società pitagorica abbia ancora da lavorare per consegnare a Nicola una squadra in grado di lottare per la salvezza.

Lascia un commento

Scroll To Top