Il Crotone sbaglia l’impossibile. Il Livorno ringrazia e porta a casa tre punti d’oro

Il Crotone sbaglia l’impossibile. Il Livorno ringrazia e porta a casa tre punti d’oro

(nella foto Jacopo Dezi)

LIVORNO-CROTONE 1-0

LIVORNO (4-3-3): Mazzoni; Moscati, Bernardini, Emerson, Gemiti; Mosquera, Belingheri (dal 1′ st Galabinov), Biagianti; Siligardi (dal 29′ st Maicon), Vantaggiato (dal 40′ st Luci), Jelenic. In panchina: Coser, Gonnelli, Surraco, Molinelli, Ricci, Jefferson. Allenatore: Gautieri.

CROTONE (4-3-3): Secco; Zampano, Claiton, Ferrari, Martella; Dezi, Maiello, Suciu (dal 26′ st Oduamadi); Ciano (dal 43′ st Ricci), Beleck, De Giorgio (dal 21′ st Torregrossa). In panchina: Bajza, Cremonesi, Balasa, Galardo, Minotti, Padovan. Allenatore: Drago.

ARBITRO: Pezzuto di Lecce.

MARCATORE: 18′ st Bernardini.

AMMONITI: Belinghieri, Biagianti, Maicon, Emerson (L); Maiello, Zampano, Ferrari (C).

Incredibile la partita che il Crotone è riuscita a perdere al Picchi di Livorno. I rossoblù hanno fallito in modo incredibile numerose palle gol, subendo poi la rete nella ripresa quando i padroni di casa hanno accelerato. Nel primo tempo pitagorici padroni del campo. Incredibile l’occasione fallita da Suciu di testa da zero metri. Mazzoni impegnato da De Giorgio e Ciano, mentre Dezi per due volte sfiora il bersaglio grosso.

Nel secondo tempo il Livorno si presenta in campo con un attaccante in più ed il Crotone va in bambola. Grande pressione dei toscani che colpiscono un palo con Vantaggiato e poi segnano con Bernardini che raccoglie in area dopo un altro palo. La squadra di Drago si sveglia nell’ultimo quarto e sbaglia ancora delle occasioni pazzesche.

Ciano da calcio d’angolo colpisce il palo, sulla ribattuta del legno Beleck da due passi manda ancora sul palo e Torregrossa, entrato da poco, colpisce di tacco invece di spaccare la porta. Altra occasione: cross di Ciano dalla destra sulla testa di Oduamadi che non centra la porta. Nel recupero cross di Oduamadi e Ricci di testa in area manda alto.

Rammarico incredibile per una partita che si poteva vincere. I problemi ci sono ed iniziano a diventare preoccupanti: attacco dalle polveri bagnate e difesa fragile quando viene attaccata, specie sulle palle inattive.

Lascia un commento

Scroll To Top