Il Crotone non sa più vincere, il Carpi pareggia in extremis

Il Crotone non sa più vincere, il Carpi pareggia in extremis

CROTONE-CARPI 1-1

CROTONE: Secco, Zampano, Claiton, Ferrari, Modesto, Suciu, Minotti, Maiello (33′ st Salzano), Ciano (15′ st Dezi), Beleck, De Giorgio (27′ st Ricci). In panchina: Bajza, Cremonesi, Balasa, Galardo, Padovan, Torregrossa. Allenatore: Drago

CARPI: Gabriel, Struna (34′ st Lasagna), Poli, Romagnoli, Gagliolo, Lollo, Porcari, Bianco (20′ st Embalo), Di Gaudio (25′ st Inglese), Mbakogu, Pasciuti. In panchina: Kelava, Suagher, Sabbione, Mbaye, De Silvestro, Letizia. Allenatore: Castori

ARBITRO: Abisso di Palermo

MARCATORI: 12′ pt Ciano (Cr), 46′ st Poli (Ca)

NOTE: Ammoniti: Bianco (Ca), De Giorgio (Cr), Ferrari (Cr), Inglese (Ca). Espulso: 41’st Minotti (Cr) per doppia ammonizione.

Drago sorprende tutti e mette in campo Secco al posto di Bajza, mentre Ferrari e Zampano vincono i ballottaggi con Cremonesi e Balasa. A sorpresa anche Dezi fuori dagli undici iniziali, confermato Beleck come punta centrale. Un Crotone sfortunato e un po’ sciupone si fa raggiungere nei minuti finali dal Carpi, aumentando così il rammarico per le occasioni sprecate. Il primo tempo è un monologo rossoblù e il vantaggio arriva al 12′ con un preciso calcio di punizione di Ciano. Gli ospiti si fanno pericolosi nei minuti finali del primo tempo con Mbakogu, ma Secco è bravo a deviare.

Nella ripresa il Carpi prende coraggio, ma non scalfisce la porta di un buon Secco. Nei minuti finale accade l’inenarrabile: prima Minotti viene espulso per doppia ammozione, Beleck a tu per tu con Gabriel sbaglia clamorosamente e sull’attacco degli ospiti arriva il pareggio di Poli, che di testa sfrutta al meglio un cross del compagno di squadra. Al 93′ miracolo di Secco su Mbakogu, ma poi sarebbe stata una punizione troppo severa.

Lascia un commento

Scroll To Top