Il Crotone non brilla ma espugna Chiavari: decide la coppia d’attacco

Il Crotone non brilla ma espugna Chiavari: decide la coppia d’attacco

VIRTUS ENTELLA-CROTONE 1-2

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Contini; De Col (dal 24′ pt Crialese), Coppolaro (dal 35′ st Toscano), Pellizzer, Sala; Mazzitelli, Settembrini, Dezi; Schenetti; Morra (dal 19′ st Mancosu), De Luca G. In panchina: Paroni, Zaccagno, Chajia, Nizzetto, Currarino, Bruno, Adorjan, De Luca M., Andreis. Allenatore: Boscaglia.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Cuomo; Gerbo (dal 21′ st Mazzotta), Messias (dal 42′ st Gomelt), Barberis, Benali, Molina; Armenteros (dal 28′ st Crociata), Simy. In panchina: Festa, Curado, Gugliotti, Mustacchio, Spolli, Jankovic, Bellodi, Ruggiero, Rutten. Allenatore: Stroppa.

MARCATORI: 10′ pt Armenteros (C), 39′ st Simy (C), 50′ st Pellizzer (V).

AMMONITI: Boscaglia (all. V), Sala (V), Cuomo (C), Mazzitelli (V).

ESPULSO: 46′ st Mazzitelli (V) per doppia ammonizione.

NOTE: gara giocata a porte chiuse per l’emergenza Coronavirus.

 

Il Crotone si porta provvisoriamente al secondo posto assieme al Frosinone, in attesa delle gare del weekend. I rossoblù vincono in casa della Virtus Entella nell’anticipo della settima giornata di ritorno. Non è stato un bel Crotone, spento e distratto in difesa, ma alla fine l’intera posta in palio fa felice i tifosi. Crotone che passa subito in vantaggio grazie ad un tiro chirurgico di Armenteros che trova l’angolino su assist di Molina dalla sinistra. Dopo i primi 20 minuti positivi la squadra di Stroppa si abbassa troppo e subisce i padroni di casa che sfiorano la rete, in particolare con De Luca e Schenetti.

Nella ripresa il copione non cambia. La Virtus Entella reclama un penalty per fallo di Benali su Mancosu. Poi nel finale Messias ha sui piedi la palla del raddoppio ma Contini si supera parando. Poco dopo arriva il raddoppio: assist ancora di Molina, stavolta da destra e colpo di testa di Simy che trova l’angolo vincente. Nel recupero espulso Mazzitelli per doppia ammonizione, ed all’ultimo secondo Pellizzer accorcia di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato.

Lascia un commento

Scroll To Top