Il Crotone fa suo il derby! Reggina piegata con un gol per tempo

Il Crotone fa suo il derby! Reggina piegata con un gol per tempo

CROTONE-REGGINA 2-0

CROTONE: Gomis, Del Prete, Prestia, Ligi, Mazzotta, Crisetig, Dezi, Cataldi, Torromino (dal 32’ st De Giorgio), Ishak (dal 28’ st Pettinari), Bidaoui (dal 22’ st Bernardeschi). In panchina: Secco, Riggio, Pasqualini, Galardo, Boniperti, Mastriani. Allenatore: Drago.

REGGINA: Benassi, Di Lorenzo (dal 30′ st Gerardi), Lucioni, Ipsa, Maicon, Dall’Oglio (dall’ 8’ st Cocco), Colucci, De Rose, Foglio, Di Michele, Maza (dal 10’ st Fischnaller). In panchina: Zandrini, Strasser, Rigoni, Strasser, Caballero, Louzada, Adejo. Allenatore: Atzori.

ARBITRO: Gavillucci di Latina

MARCATORI: 40’ pt Ishak (C), 8’ st Torromino (C).

AMMONITI: Lucioni (R), Torromino (C), Ligi (C), Dezi (C), De Rose (R), Di Michele (R), Cocco (R).

NOTE: Spettatori totali 4742 (2209 abbonati). Angoli 1-13. Fuorigioco 2-7.

Dopo 37 anni il Crotone rompe un tabù storico e batte la Reggina. Nel derby calabrese è il primo successo per i pitagorici. Partita non bellissima nel primo tempo, con gli amaranto che si lasciano preferire per la manovra. Gli ospiti passerebbero anche in vantaggio grazie ad un liscio clamoroso di Gomis, ma l’arbitro aveva già fischiato per un fuorigioco di Miguel Angel.

Gli squali vanno vicini al gol con un diagonale di sinistro di Crisetig che colpisce il palo interno. Pur non giocando bene, il Crotone passa al 40′ con Ishak, che raccoglie un pallone vagante in area e trafigge Benassi. Una rete che cambia di fatto l’andamento della gara.

Nella ripresa c’è infatti un Crotone più convinto e sicuro di sè, i giovani iniziano a prendere fiducia e la logica conseguenza è il raddoppio. Sono passati 8 minuti precisi quando Torromino fa partire un destro eccezionale da fuori area che si insacca all’incrocio dei pali. Si tratta del quinto gol stagionale per il bomber crotonese.

La reazione amaranto è sterile. La squadra di Drago più volte avrebbe la possibilità di triplicare in contropiede ma non ci riesce. Per la Reggina solo diversi cross ed angoli ma la difesa rossoblù fa buona guardia. Finisce 2-0 e al triplice fischio inizia la festa crotonese, con la squadra ora sesta in classifica a 13 punti. Per Atzori lo spettro dell’esonero.

Lascia un commento

Scroll To Top