Il Crotone chiude il girone d’andata con una sconfitta a Firenze

Il Crotone chiude il girone d’andata con una sconfitta a Firenze

FIORENTINA-CROTONE 2-1

FIORENTINA: Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor (23’st Quarta); Caceres, Amrabat, Bonaventura, Castrovilli, Biraghi; Vlahovic (23’st Kouame), Ribery. A disp: Terracciano (GK), Ricco (GK), Barreca, Venuti, Eysseric, Borja Valero, Callejon, Montiel, Pulgar. All. Prandelli.

CROTONE: Cordaz; Djidji, Marrone, Luperto (87′ Golemic); Pedro Pereira, Eduardo, Zanellato (32’st Siligardi), Vulic (15’st Benali), Reca; Messias (87′ Rojas), Simy. A disp: Festa (GK), Crespi (GK), Golemic, Magallan, Petriccione, Rojas, Rispoli, Mazzotta, Dragus, Ranieri. All. Stroppa.

ARBITRO: Piccinini di Forlì.

MARCATORI: 20’pt Bonaventura (F), 31’ pt Vlahovic (F), 21’ st Simy (C).

AMMONITI: Igor (F), Zanellato (C), Ribery (F), Pedro Pereira (C).

 

FIRENZE – Il Crotone chiude il suo girone d’andata con la difficile trasferta di Firenze. Stroppa inizia cambiando ancora: la linea difensiva cambia per due terzi col rientro di Marrone, poi con Reca che ha scontato il turno di squalifica e Riviere indisponibile, Messias torna in attacco lasciando il posto a centrocampo ad Eduardo. Prandelli dopo il brutto stop di Napoli sceglie un 3-5-1-1 con Ribery a supporto di Vlahovic e Bonaventura a centrocampo tra i titolarissimi Amrabat e Castrovilli.

Il tema della partita appare da subito chiaro con i viola che prendono in mano il pallino del gioco e gli squali che, in fase offensiva, confidano negli strappi dell’imprendibile Messias. I rossoblù però faticano a contenere l’indiscutibile tasso tecnico degli avversari: al 20′ Castrovilli va via a Djidji e punta l’area di rigore, il suo tiro è ribattuto ma Bonaventura trova l’incrocio dei pali con un gran destro al volo. Al 32′ è ancora Castrovilli ad andar via ad Eduardo e a lanciare Ribery, il francese confeziona un assist coi fiocchi per l’accorrente Vlahovic che deve solo spingere la palla in rete da due passi per il doppio vantaggio con cui si chiude la prima frazione.

Al rientro in campo i toscani ripartono forte cercando di chiudere il conto e al 60′ ci vanno molto vicini: Bonaventura da destra per la testa di Vlahovic da dentro l’area piccola e grande risposta di Cordaz. Poi, al 63′, viene giustamente annullata una rete a Pezzella per netto fallo di mano. Da qui il Crotone si scuote e trova il pareggio al 66′ con la bella iniziativa di Pereira: preciso cross dalla destra per il colpo di testa del 2-1 di Simy. La partita diviene improvvisamente apertissima ed entrambe le squadre cercano la giocata decisiva, ma nessuna delle due riesce a trovare la via del gol: l’ultimo brivido (91′) é la rasoiata di Pulgar dal limite, dopo la grande giocata di tacco di Borja Valero a smarcare Kouame, che termina di un soffio a lato. Il Crotone porta a casa l’ennesima buona prestazione, purtroppo non quei punti che tanto servirebbero e che anche oggi avrebbe probabilmente meritato.

fonte: fccrotone.it

Lascia un commento

Scroll To Top