Il Crotone cede in casa al Milan: un gol per tempo per i rossoneri

Il Crotone cede in casa al Milan: un gol per tempo per i rossoneri

CROTONE-MILAN 0-2

CROTONE: Cordaz; Magallan, Marrone, Golemic; Pedro Pereira (dal 27’ st Reca), Messias, Cigarini, Zanellato (dal 1’ st Eduardo), Molina (dal 38’ st Rispoli); Simy, Dragus (dal 27’ st Vulic). In panchina: Festa, Spolli, Mustacchio, Crociata, Gomelt, Mazzotta, Kargbo, Yakubiv. Allenatore: Stroppa.

MILAN: G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Theo Hernandez; Tonali (dal 18’ st Bennacer), Kessie; Brahim Diaz (dal 38’ st Krunic), Calhanoglu (dal 38’ st Leao), Saelemaekers (dal 18’ st Castillejo); Rebic (dal 13’ st Colombo). In panchina: Tatarusanu, A. Donnaruma, Leao, Kalulu, Maldini, Krunic, Paqueta, Laxalt. Allenatore: Pioli.

ARBITRO: Pairetto di Nichelino.

MARCATORI: 47’ pt Kessie (M) (rig.), 5’ st Diaz (M).

AMMONITI: Marrone (C), Gabbia (M), Theo (M), Leao (M).

 

Il Crotone perde la seconda gara su due, ma contro il Milan di questi ultimi tempi c’era davvero poco da fare. Primo tempo tutto sommato positivo dei rossoblù che avevano concesso solo una occasione a Kjaer sugli sviluppi di un corner (traversa) e qualche tiro a Calhanoglu. Al 45′ però l’episodio che sblocca la gara: Rebic parte sul filo del fuorigioco controllando con la spalla, si presenta in area e Marrone lo atterra abboccando alla sua finta. Proteste dei crotonesi per un fallo di mano presunto di Rebic, ma il Var conferma il rigore. Dal dischetto trasforma Kessie.

Ad inizio ripresa il raddoppio con Diaz che raccoglie nell’area piccola una palla calciata dal limite dell’area. Milan in pieno controllo, la reazione del Crotone è troppo timida e non si concretizza.

Lascia un commento

Scroll To Top