Il Coscarello passa di misura, ma onore al Cus Rende

Il Coscarello passa di misura, ma onore al Cus Rende

(nella foto una formazione del Coscarello di questa stagione)

EUGENIO COSCARELLO-CUS RENDE 1-0

EUGENIO COSCARELLO: Dattilo 7,5, Cordò 7,5, Greco 7, Cavallo 7, Esposito 7, Arturi 7, Litrenta 7, Carbone 7, Cipparrone 6,5 (18′ st Canonaco 6), Plastina 6,5 (38′ st Russo 6,5), Gagliardi 6,5 (1′ st Apa 6). In panchina: Carelli, G. Cuconato, Giordano, Demme. Allenatore: F. Cuconato 7

CUS RENDE: De Rosa 6,5 (14′ st Mastroberardino 6,5), Vetere 6 (21′ st Harrar 5,5), Fusaro 6 (17′ st Stupino 6), Galea 6, Bruno 6,5, Gallo 6,5, De Bartolo 6 (5′ st Marrazzo 6,5), De Marco 7 (33′ st F. Guido 6), Borda 6,5, Tosti 6, Apa 5,5. In panchina: Mazzitelli, Scandale. Allenatore: E. Guido 6,5

ARBITRO: Osso di Paola 6

MARCATORI: 5′ pt Gagliardi

CASTROLIBERO (Cs) – Prima vittoria tra le mura amiche per la squadra del presidente Coscarello, che in una partita ben giocata da entrambe le squadre ha la meglio di misura. Si decide tutto nei primi minuti del match: azione ben manovrata a centrocampo, inserimento perfetto di Cordò che mette in mezzo un cross ben calibrato che Gagliardi tocca, e complice la deviazione di un difensore, beffa l’incolpevole De Rosa. Dopo il vantaggio, la squadra di casa abbassa un po’ il ritmo e gli ospiti prendono campo, chiamando più volte Dattilo ad interventi prodigiosi. Infatti, due volte Borda a colpo sicuro viene fermato dalla grande risposta dell’estremo difensore locale. Sul finale di tempo brivido per De Rosa, visto che Cipparrone da due passi manca il tap-in vincente.

Nella ripresa i verdi di Guido sono alla ricerca disperata quanto meno del punto del pareggio, ma in contropiede il Coscarello può far male in due occasioni. Infatti, per due volte il neo entrato Canonaco pecca di egoismo e non vede i propri compagni liberi in mezzo all’area, pronti a mettere a segno il gol della certezza. Finisce così 1-0 con i ragazzi di Cuconato che rilanciano le proprie ambizioni di classifica, anche se le prime cinque della classe viaggiano spedite e per poter sognare ci vorrà un girone di ritorno quasi perfetto.

Lascia un commento

Scroll To Top