Il Corigliano perde a tavolino la gara col San Fili. Fatale l’utilizzo dell’ex Silana Casciaro

Il Corigliano perde a tavolino la gara col San Fili. Fatale l’utilizzo dell’ex Silana Casciaro

Il Corigliano aveva acciuffato domenica la prima posizione in classifica grazie alla vittoria col Torretta. Arriva ora la doccia fredda, con la sconfitta a tavolino per aver schierato un calciatore che non aveva scontato la giornata di squalifica ricevuta nella passata stagione. Ecco lo stralcio del comunicato ufficiale

DELIBERE
Il Giudice Sportivo Territoriale, letto il reclamo con il quale la società San Fili Calcio 1926 ha chiesto irrogarsi alla squadra avversaria la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3 per avere nelle fila di quest’ultima partecipato il giocatore Casciaro Cristian nato il 02/09/1989 e non avente titolo poichè squalificato;
accertato che quanto affermato dalla società reclamante trova riscontro negli atti ufficiali dai quali risulta che effettivamente il giocatore Casciaro Cristian, nato il 02/09/1989, è stato squalificato per una gara effettiva per recidività in ammonizioni (cfr CU n.173 del 28/05/2015) a seguito della gara di Prima Categoria – Play Off del 24/05/2015;

rilevato che il citato giocatore Casciaro Cristian ha partecipato alla gara di cui in narrativa, per come risulta dalla distinta dei giocatori partecipanti alla gara stessa;
rilevato che lo stesso ha partecipato alla gara del 13.9.2015 non scontando la giornata di squalifica;
rilevato, peraltro, il giocatore Casciaro Cristian nato il 02/09/1989, non aveva titolo a prendere legittimamente parte alla gara Corigliano–San Fili Calcio 1926 del 20.9.2015

visto gli artt. 17 e 18 del C.G.S.; delibera

1) Infliggere alla società CORIGLIANO la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3;
2) squalificare il giocatore CASCIARO Cristian per DUE giornate effettive di gara;
3) accreditare sul conto della società San Fili Calcio 1926 la tassa reclamo versata.

Lascia un commento

Scroll To Top