Il Cirò replica alle accuse del Sillanum: “Raccontate falsità, noi trattati male all’andata”

Il Cirò replica alle accuse del Sillanum: “Raccontate falsità, noi trattati male all’andata”

Riguardo alle accuse piovute sul Cirò da parte del Sillanum, e pubblicate sul portale Cosenzachannel.it, abbiamo raccolto la risposta della società crotonese. Attraverso il presidente Lettieri la società dell’Fc Cirò fa sapere quanto segue: “Innanzitutto la nostra società si dissocia da qualsiasi forma di violenza, e da coloro che nell’intervallo della gara hanno alzato i toni e creato tensione. Tuttavia sono state scritte cose inesatte dalla società ospite, non essendoci stata nessuna aggressione da parte della dirigenza locale. Dai racconti che abbiamo letto sembrerebbe esserci stato un agguato, ma non è così, sono state dette tante bugie ed inesattezze“.

E poi ancora: “Ciò premesso, e senza voler giustificare nessuna vendetta, va ricordato quanto successo nella gara d’andata, che stranamente non fu oggetto di comunicato da parte del Sillanum. In 10 anni di viaggi sui campi di tutta la Calabria non c’era mai successo che una società non ci avesse offerto l’acqua da bere. Ci indicarono una fontana dall’altra parte del campo, senza nemmeno fornirci delle bottiglie da riempire. Per non parlare delle continue offese ed insulti da parte di loro tesserati posizionatisi vicino alla nostra panchina, bersaglio di questo per tutta la gara d’andata“.

Tornando alla partita di Cirò il presidente Lettieri specifica: “Per alcuni episodi arbitrali si è creata un po’ di tensione ma non c’è stata l’aggressione di cui si parla. Purtroppo, anche a causa del maltempo, qualcuno è riuscito ad avvicinarsi agli spogliatoi facendo ulteriormente infiammare gli animi. Si precisa però che Cirò è l’unico campo in cui i carabinieri si trovano all’interno dell’impianto, e domenica erano addirittura negli spogliatoi stessi. Inoltre, a fine gara alcuni calciatori del Sillanum sono entrati nel nostro spogliatoio per scusarsi di quanto avvenuto nella gara d’andata. Inoltre, il Cirò è stato raggiunto sul pareggio, segnale che la gara si è giocata regolarmente, ed infatti abbiamo subito diverse sconfitte o pareggi in casa, a testimonianza del fatto che Cirò è un campo tranquillo dove si può giocare senza paura“.

Infine un richiamo sulle tante squalifiche ed espulsioni in campo: “Stiamo pagando un prezzo molto alto in termini di calciatori squalificati. Domenica al 10′ del primo tempo siamo rimasti in dieci uomini per qualche parola di troppo di un nostro calciatore. Non sono stati puniti invece interventi di gioco molto pericolosi della squadra avversaria, e sinceramente siamo un po’ di stanchi di subire continuamente tutto ciò“.

Lascia un commento

Scroll To Top