Il Carfizzi viene piegato soltanto nel terzo minuto di recupero. Pirito fa felice il Cirò Marina

Il Carfizzi viene piegato soltanto nel terzo minuto di recupero. Pirito fa felice il Cirò Marina

CIRO’ MARINA-CARFIZZI 1-0

A.S.D. CIRO’ MARINA: Rizzo, Berardi (22’st Rizzuto), Bianchi, Vrenna, (A), Laise, Vulcano, Filippelli (31’st Germinara), Scodellaro, Spataro, Malena, Laise (39’pt Pirito (A) ). A disposizione: Dell’aquila, Varipapa, Passalacqua, De Franco. Allenatore: Tucci.

CARFIZZI: Viviani, Lombardo, Pacenza, Aversa (15′ st Pollizzi), Caputo, Monaco, Vitale, Gentile, Scarpino (30′ Basta), Pompò, Iocca (46′ pt Avena). A disposizione: Giudice, Bastone, Abate, Raffa. Allenatore: Malena.

ARBITRO: Parrotta di Crotone.

MARCATORE: 93′ Pirito.

 

Arriva nei minuti di recupero il primo successo in campionato per l’A.S.D. Cirò Marina, quando al 93′ Pirito indirizza sotto l’incrocio dei pali alla sinistra del portiere, un calcio di punizione dal limite dell’area, facendo esplodere il pubblico del Punta Alice, giunto finalmente numeroso per sostenere la nuova compagine. Una vittoria importantissima per i ragazzi di mister Marcello Tucci, utile al morale, dopo la debacle della prima giornata, ed anche alla classifica, ma soprattutto il modo migliore per onorare una giornata speciale nella quale la nuova dirigenza ha voluto ricordare Franco Pecora “ uomo di sport prematuramente scomparso, legato da sempre ai colori sociali ciromarinesi, nonché storico giardiniere a cui il terreno del Punta Alice deve la propria fama, in particolare negli anni dell’Interregionale”.

Di certo il clima non era quello “soft” dell’amichevole di circa due settimane fa, ma un sano ed avvincente agonismo che ha caratterizzato tutta la partita vivace ed a tratti emozionante. Equilibrata la prima frazione, in cui a fare la partita sono stati i padroni di casa, vicini al vantaggio al 17′ con un tiro di Scodellaro deviato provvidenzialmente in corner da un difensore. Alla mezzora la replica ospite con la più nitida azione da goal nata da una veloce ripartenza di Iocca bravo a trasformare una punizione sbagliata da Malena in un repentino contropiede, ma meno brillante nella conclusione che termina a lato della porta difesa da Rizzo. I biancorossi, scampato il pericolo, provano con insistenza a cercare la via della rete, sia con Spataro che con Malena i cui tiri dalla distanza sono, a dire il vero, un po’ velleitari.

Il Carfizzi, invece, agisce di rimessa anche se la retroguardia locale rischia ben poco, eccetto nella ripresa, quando dopo cinque minuti il colpo di testa di Scarpino finisce alto sopra la traversa. A questo punto il Cirò Marina riprende in mano il bandolo della matassa e comincia a macinare gioco, nel tentativo di sbloccare il match. Al 61′ il cross di Spataro è perfetto per il suo partner d’attacco Malena che non aggancia davanti al portiere, mentre al 75′ Filippelli, per ben due volte, non riesce a girare in porta un nuovo cross basso del solito Spataro. A questo punto i biancoverdi di mister Malena provano a risistemarsi in campo ed ai padroni di casa non resta che tentare la carta dei calci piazzati. Al 36′ Pirito fa le prove generali da posizione centrale, ma il suo sinistro termina abbondantemente fuori bersaglio, ma al 48′, quando ormai la partita sembra indirizzata sul binario del pareggio, ecco la nuova chance. La posizione questa volta è defilata ed altrettanto diverso è l’esito; il pallone disegna una parabola che finisce direttamente sotto l’incrocio dei pali, determinando, ormai a tempo scaduto, l’uno a zero finale.

I primi tre punti per il Cirò Marina giungono così in extremis, dopo novanta minuti veramente combattuti, ma rappresentano un’ottima iniezione di fiducia per una formazione in crescita, che sicuramente dovrà imparare ad essere più cinica sotto porta. A quota zero, invece il Carfizzi, una buona formazione che sicuramente ha le potenzialità per risalire la china dopo quanto mostrato in campo.

Domenico Guarascio

 

l'ingresso in campo delle due squadre

l’ingresso in campo delle due squadre

 

un'azione di gioco

un’azione di gioco

Lascia un commento

Scroll To Top