Il bilancio finale sul mercato del Crotone. Aumentano i giocatori di proprietà. Bidaoui ciliegina sulla torta?

Il bilancio finale sul mercato del Crotone. Aumentano i giocatori di proprietà. Bidaoui ciliegina sulla torta?

Il 31 agosto si è chiuso il calciomercato estivo 2015, anche se è ancora possibile tesserare calciatori svincolati. Il Crotone esce dalla campagna di mercato sicuramente a testa alta, anche se restano ancora delle perplessità relative ad alcuni ruoli del campo e ad alcuni calciatori. Rispetto agli anni passati molti meno prestiti e molti più contratti pluriennali. Tra questi anche calciatori di tutto rispetto che potranno valere molto tra un anno.

PORTIERI Perfetta la gestione degli estremi difensori, per evitare la partenza dello scorso campionato con il disastro Bajza-Caio Secco. La società è riuscita a confermare Cordaz, grande protagonista della salvezza, e gli ha affiancato un portiere giovane ed affidabile come Festa, già conosciuto da Juric, ed un altro di prospettiva come Maniero.

DIFESA Sembra il reparto più solido. Juric gioca con la difesa a 3 e due dei tre ruoli dovrebbero essere occupati da Claiton (centrale) e Ferrari (centrale di sinistra). L’altro posto se lo contendono Yao e Balasa, mentre come alternative ci sono la certezza Cremonesi ed il giovane Bruno.

CENTROCAMPO Gli esterni numericamente ci sono, anche se Zampano e Martella dovranno fare un ulteriore salto di qualità rispetto alla passata stagione. Modesto, Galli e Balasa sono le alternative sulle fasce. In mezzo c’è da ben sperare: Paro garantisce esperienza e geometria, Sabbione e Barberis sono giovani ma già rodati per il campionato cadetto, Capezzi è un giovane di grande prospettiva. E poi c’è Salzano che resta un’alternativa valida, conoscendo già l’ambiente.

ATTACCO Sognando l’esplosione di Ricci, la società ha puntato ancora su Stoian: sarà lui inizialmente la stella offensiva della squadra, con l’augurio che possa trovare la continuità e le giocate che potenzialmente ha. Sugli esterni anche Torromino, una sicurezza, e De Giorgio, esperienza e carisma a sostegno della squadra. Interessante Firenze, giovane che si è messo in mostra nel precampionato. Per il ruolo di centravanti se la giocano Tounkara e Budimir: entrambi sono delle scommesse, ma potenzialmente due terminali offensivi da doppia cifra. Tripicchio potrebbe essere l’inaspettata sorpresa.

BIDAOUI In queste ore si parla di accordo quasi raggiunto con l’ex Soufiane Bidaoui per un biennale. L’esterno offensivo, svincolatosi dal Parma, ha alcune proposte in ballo, ma avrebbe dato la sua preferenza per Crotone. Qualora dovesse arrivare, assieme a Stoian formerebbe una delle coppie esterne d’attacco più forti della cadetteria. Velocità, fantasia ed assist. Attendiamo fiduciosi.

CESSIONI Dolorosa ma inevitabile e molto fruttuosa quella di Maiello (1,5 complessivi, grande gestione della trattativa). Tormentata ma comunque redditizia quella di Ciano, che in fondo era in prestito. Scontata quella di Dezi, sul quale il Napoli punta in prospettiva. A livello affettivo dispiace la non permanenza di Matute che era in prestito dalla Pro Vercelli. Peccato per Torregrossa che poteva essere un punto fermo dell’attacco. L’addio più pesante è stato però quello del capitano Galardo, soprattutto a livello di spogliatoio. Antonio sarà comunque vicino alla squadra, e questo è un bene.

Lascia un commento

Scroll To Top