Grand Prix di nuoto a Cosenza,  alcune buone prestazioni ma si poteva fare di più

Grand Prix di nuoto a Cosenza, alcune buone prestazioni ma si poteva fare di più

(nella foto Cristian Crugliano)

La KROTON Nuoto ha partecipato all’evento con 14 atleti di anno di nascita compresa tra il 1997 ed il 2003. L’appuntamento è stato affrontato dalla società crotonese anche giunto durante un periodo di dura preparazione  sia in palestra che in acqua finalizzata a portare i giovani atleti al top della condizione al meeting di Pitagora che si svolgerà a Crotone il prossimo giugno.

È mancata comunque la cattiveria giusta che deve far parte di un gruppo competitivo che, ormai da tempo, è a livelli nazionali soprattutto da parte dei “senatori” della squadra che dovrebbero dare l’esempio sia nella continuità negli allenamenti che e soprattutto nell’approccio alla gara. Mister Fantasia, pur comprendendo che le prestazioni non potevano essere al top visto il periodo di preparazione, avrebbe voluto però un diverso atteggiamento da parte dei suoi nuotatori.

In evidenza le vittorie assolute di Salvatore Amideo nei 200 rana, sebbene lontano dal migliore crono di ben 4″, De Meo Camilla nei 50 farfalla completati in 30″80. I primi posti di categoria per Giuseppe Podella nei 50 farfalla e nei 100 stile libero chiusi in 55″00. Stesso discorso per Maria Rota nei 200 dorso in 2’36″30. Buona anche la prova di Maria Pia Guerriero nei 100 stile libero con il secondo posto in 1’05″40. Così come i miglioramenti di  Andrea Rajani sia nei 100 stile libero che nei 200 rana. Michele Lio è già su i tempi migliori della fase indoor e questo dimostra quanto il giovane nuotatore comincia ad essere maggiormente convinto delle sue qualità.

Superbo Cristian Crugliano che nei 400 misti, ha fermato i cronometri su 5’33″30 in  grande miglioramento.  Zizza Nikolaj ha segnato 5’13″30 nei  i 400 mix, Alice Cimbalo nei 100 stile 1’12″30, Marco Palermo, al rientro dopo un lungo stop, nei 100 sl ha stabilito 1’02″2, mentre Malina Barbacariu ha fatto registrare un netto miglioramento dopo la sua esibizione al Meeting di Livorno, riuscendo nei 100 dorso a siglare 1’13″80. Infine buona prestazione di Martina Tonolli nei 50 rana con  40″9 e Giacomo Rajani nei 1500 con un sesto posto assoluto

Lascia un commento

Scroll To Top