Franco e Maiolo, due crotonesi alla conquista del calcio dilettantistico tedesco

Franco e Maiolo, due crotonesi alla conquista del calcio dilettantistico tedesco

Due crotonesi alla conquista del calcio tedesco. Gregorio Maiolo e Antonio Franco, in Germania per lavoro, si sono ben amalgamati alla vita tedesca riuscendo anche a trovare spazio per militare nel dilettantismo locale. Maiolo è al terzo anno in Germania, già l’anno scorso si è reso protagonista di uno straordinario campionato, quest’anno dopo aver iniziato nel Wossingen, a Gennaio è passato al FV Gondelsheim, dove dall’Italia lo ha raggiunto l’amico di sempre Antonio Franco.

Entrambi classe ’93, cresciuti insieme nella Big Sport Crotone e successivamente protagonisti con diverse casacche tra cui Sersale, Isola, Cremissa, Sant’Anna e altre. Il Gondelsheim, società dell’omonima cittadina nella regione Baden-Wurttemberg, all’arrivo dei due italiani, militava in A-Classe, paragonabile alla nostra Prima Categoria. Maiolo, da vecchio terzino, si è trasformato in attaccante e ha realizzato 10 gol in 12 presenze, mentre Franco, uomo di fascia sinistra, ha dato il suo contributo in termini di assist, ben 10 vincenti e anche 4 gol messi a segno, su un totale di 15 presenze.

La grande annata dei due italiani ha contribuito alla vittoria del campionato della squadra, che ora andrà in Kreisliga, la Promozione italiana. I due crotonesi ci hanno raccontato quest’esperienza, in primis gli abbiamo chiesto com’è la vita tedesca e la differenza del calcio dilettantistico, ci ha risposto prima Gregorio: “Qui la vita è molto diversa da Crotone, la differenza più grande si nota nella facilità in cui si trova il lavoro, altra differenza notevole è la mentalità, qui sono molto rispettosi delle regole, sono sempre educati e gentili. Anche nel calcio dilettantistico le differenze sono tante, intanto trovi solo gente che vuole divertirsi e nessuno vive di calcio in queste categorie, poi qui non trovi campi di terra battuta ma tutti in erba naturale perfettamente curati. Nonostante si tratti di dilettantismo le società ci tengono molto alla professionalità, a livello tecnico qui il calcio è molto più fisico e aggressivo e soprattutto qui non esistono le discussioni con gli arbitri perché hanno i cartellini abbastanza facile, io infatti all’inizio venivo spesso squalificato. Come nella vita anche nel calcio tendono a rispettare le regole”.

Anche Antonio ha ribadito più o meno le stesse cose, essendo da meno tempo è però ancora sorpreso della vita tedesca: “Qui è tutto basato su tre fondamenti, rispetto, ordine e pulizia. Sono venuto qui principalmente per lavorare e provare a crearmi un futuro, lasciare la propria terra non è cosi semplice ma ad un certo punto bisogna prendere decisioni importanti. Le maggiori difficoltà all’inizio le ho avute con la lingua, però quando vivi nel contesto non è difficile imparala. Fino a qualche mese fa nella mia vita c’era solo il calcio, ora al primo posto c’è il lavoro però il sogno non svanisce mai, io e Gregorio entriamo in campo con la stessa voglia e grinta di sempre, sono contento di essere entrato a far parte di questa squadra. Per ora pensiamo a lavorare e giochiamo per divertirci, poi chissà”.

Franco (maglia blu) in azione

Franco (maglia blu) in azione

Maiolo in azione

Maiolo in azione

Lascia un commento

Scroll To Top