Finale playoff, Rari Nantes Metal Carpenteria travolgente in gara 1 con Catania

Finale playoff, Rari Nantes Metal Carpenteria travolgente in gara 1 con Catania

Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone – Etna Waterpolo Catania 11-4 (5-2; 1-0; 2-1; 3-2)

Crotone: Conti, Namar 3, Amatruda 2, Arcuri V., Bezic 2, Cavallaro, Candigliota, Morrone, Spadafora 3, Chiodo 1, Manna, Latanza, Palermo. All: Arcuri F.

Catania: Presenti, Sazli, Ferlito, Di Giacomo, Scollo 1, Terminella, Piazza 1, Forzese 1, Riolo 1, Ferlito, Lanto, Fiorito, Floresta. All: Mantesana.

Arbitri: Guarracino e Bonavita di Napoli. Commissario De Chiara di Napoli.

Le dichiarazioni dei protagonisti a fine gara

Abbiamo vinto gara1. Abbiamo vinto una delle finali Promozione. Ma più di ogni altra cosa abbiamo vinto, perché siamo riusciti a far seguire alla città il nostro splendido sport! Una piscina così colma di gente, non l’avevo mai vista! Un vero e proprio spot per la pallanuoto!gongola il presidente Emilio Ape -. Il merito è soprattutto di chi ha compreso l’entità della nostra sfida è la grandezza delle nostre gesta. Quindi ai giornali, radio, Tv va il mio personale ringraziamento. Questi ragazzi sono anni che spingono per spostare i muri più in là. Ed oggi, così come sabato scorso, sono stati ripagati. Sia in termini di risultati che di visibilità. Sono contento soprattutto per loro”.

Non abbiamo ancora vinto nulladichiara il capitano Vincenzo ArcuriTutt’altro! Ne abbiamo viste parecchie di partite ormai che sembravano vinte sulla carta e poi invece… A Catania sarà durissima. In quella piscina loro si trasformano diventando una squadra quasi imbattibile. Vorranno assolutamente batterci e rinviare ogni discorso a gara tre! Potrebbero sembrare frasi fatte, ma vi posso assicurare che non è così. Troveremo un ambiente caldissimo. Una piscina piena. Ed un entusiasmo incredibile. Abbiamo vinto solo una partita. Adesso tocca vincerne un’altra”.

La partita che ci aspettavamo. Complicata. Difficile. Il punteggio non dice tutto. Anzi forse sembra un po’ ridimensionate la squadra catanese. Ma non è così. Loro non hanno mai mollato. Neanche quando erano tanto sotto nel punteggio. Sono convinto che i veri valori dell’Etna Catania li vedremo proprio in gara 2. I ragazzi sono stati bravissimi a partire forte e sfruttare ogni chance di andare a rete. E poi sono stati altrettanto bravi a gestire tutte le situazioni di pericolo che si sono incontrate. E vi posso assicurare che ce ne sono state tante. Basti pensare che nonostante il risultato noi abbiamo avuto più espulsioni contro rispetto a loro. Adesso la concentrazione deve restare altissima. A questo punto ci giochiamo tantissimo”.

Appuntamento a gara 2 di finale mercoledì 27 giugno a Catania. Nella piscina Francesco Scuderi del quartiere Zurria. Ore 16.30 fischio di inizio. La partita sarà visibile sulla pagina Facebook della Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone.

Lascia un commento

Scroll To Top