Esordienti Kroton Nuoto, trionfo a Vibo Valentia

Esordienti Kroton Nuoto, trionfo a Vibo Valentia

La Kroton Nuoto si presenta all’appuntamento di nuoto giovanile più importante della stagione invernale forte dei suoi 24 atleti divisi in Esordienti “B” (13) ed Esordienti “A” (11). La classifica finale premia la società Crotonese che con i primi chiude sul più alto gradino del podio davanti alla Tubisider Cosenza e G.S. Il Gabbiano Paola. Grandissima la soddisfazione dello Staff Tecnico e dirigenziale della società crotonese anche perché la Kroton è riuscita a prevalere nella classifica a squadre pur disponendo di un numero di atleti sensibilmente inferiore rispetto alle altre società a dimostrazione della crescita di tutto il gruppo e dell’ottimo lavoro svolto in particolare in questi ultimi due anni per costruire una squadra competitiva, iniziando dai corsi di nuoto e proseguendo poi con il settore propaganda.

A completare il successo pitagorico anche il podio nella categoria Esordienti “A”, al terzo posto, con un risultato comunque da rimarcare perché premia il lavoro gli sforzi fatti per colmare un “buco” generazionale nato anni fa quando l’attività agonistica si era interrotta per vari mesi a causa della impraticabilità della Piscina “Pertini.

Molteplici le medaglie ed i titoli individuali vinti. Negli esordienti “B”, Daniele Buzzurro vince 7 ori su sette gare, comprese le staffette e proprio nelle staffette con i compagni di squadra Manna-Masellis-Riillo e Voce i ragazzini crotonesi si impongono con classe e prepotenza ponendo le basi per un futuro ricco di successi. Marco Riillo domina le gare a delfino migliorando oltre ogni più rosea aspettativa.

Tra gli Esordienti “A” magistrali le prove di Nicolay Zizza che vince 3 ori su 5 gare impressionando soprattutto nel delfino per potenza e determinazione.

In evidenza nella categoria Esordienti “B”:

Rocco Asteriti, ragazzo che, come tutti i suoi compagni, fornisce un importante contributo sia fisico che mentale, sempre grintoso in ogni gara, 1’42”8 il suo tempo nei 100 Rana.
Daniele Buzzurro, un bambino che a 10 anni vince e trascina alla vittoria tutto il gruppo che insieme a lui è cresciuto proprio grazie alla sua più grande dote attuale ovvero “l’umiltà”, vince tutte le gare. Importante il 3’08”1 nei 200 rana, 1’10”2 nei 100 sl e 1’28”2 nei 100 rana e soprattutto il nuovo record regionale nei 100 mix 1’21”3. Se il ragazzo avrà la capacità di rimanere con i piedi per terra per il nuoto calabrese sarà sicuramente un grande orgoglio
Benedetta Clausi, finalmente la si vede con la sua vera grinta, quella che in allenamento impressiona il mister. E’ seconda nei 50 farfalla con 41”2, migliora in tutte le gare. Sicuramente alle prossime finali regionali estive sarà protagonista insieme alle sue compagne di squadra.
Giulia Crocoli strepitosa e leggera nel delfino, lo stile che attualmente nuota meglio, è quarta ad un soffio dal podio in tutte e due le gare disputate. Non manca molto per vederla primeggiare. Importanti i punti conquistati nella rana e nei misti per la classifica finale. Migliora e di tanto in tutte le gare: 42”5 0 nei 50 farfalla e 1’39”5 nei 100 farfalla i suoi migliori crono.
Arianna Gallo, anche lei importantissima per i punti regalati alla squadra grazie a contiui miglioramenti cronometrici. Nella rana, il suo stile migliore, è sempre tra le prime. Brava anche nella staffetta dove, nella frazione a dorso, toglie dal cilindro tutta la grinta di chi non ci sta a perdere.
Andrea Gennarini, è l’unico 2004 della competizione a finire sul podio in ben 2 gare, ovvero i 100 ed i 200 rana. Nonostante l ‘emozione giustificata per l’esordio, Gennarini regala 12 punti alla Kroton disputando due gare magistrali. Considerando l’età è’ sicuramente tra i più performanti del gruppo. Nella rana dietro solo a Buzzurro e Manna che comunque sono più grandi di un anno. E’ un fenomeno per grinta e cattiveria agonistica.

Francesco Grotteria si dimostra un vero leone nella rana migliorando lle sue migliori performance. Altro atleta classe 2004 rappresenta un ottimo ricambio per il prossimo anno. Riesce ad ottenere 1’45”50 sui 100 rana, prestazione di oltre 5 secondi al di sotto del suo record personale.
Maria Vittoria Ioppoli, classe 2005, è riuscita a farsi valere subito pur se da poco tempo si è affacciata all’agonismo. Si distingue nei 50 farfalla che chiude in 48”00. La giovane atleta con Gennarini e Grotteria, sarà la punta di diamante del gruppo nel prossimo anno.
Rossella La Rosa è la trascinatrice della rappresentanza femminile. Appare come una professionista, lei che ha iniziato l’attività in ritardo rispetto alle altre ma che con la sua voglia di emergere, ha già colmato il divario con le sue dirette avversarie. Continuando cosi’, questa estate, ne vedremo delle belle. Migliora in tutte le gare, ottima nei 400 sl con 6’42”21.
Luca Manna, un fulmine nella staffetta 4×50 mix dove nella rana crea il vuoto. Impressionante la sua progressione. Sebbene non al meglio fisicamente, da tutto fino alla fine ed è secondo nei 100 e 200 ra in un podio che ha visto solo colori Kroton. Bravo anche nei 100 mix con 1’28”0.
Lorenzo Masellis, un bambino che crescendo troverà sempre più conferme. Oro nella staffetta, migliora sensibilmente il suo crono nei 100 farfalla terminando la sua “fatica” in 1’35”5. Importante il suo sforzo per la squadra.
Marco Riillo, un “cavallo pazzo”. Nelle sue specialità parte subito fortissimo perchè la voglia di vincere lo strascina oltre ogni sforzo. Vince le gare a delfino dove alla vigilia era accreditato solo del quinto tempo. Dimostra a tutti che volere e potere nello sport portandosi a casa ben 6 medaglie di cui 4 d’oro, 1 d’argento ed 1 di bronzo. Migliora di oltre 12 secondi nei 400 sl (5’36”8) ma è nei 100 farfalla che stravince con 1’22”, abbassando la sua migliore performance di oltre 8 secondi.
Elena Rzegocka bravissima nei 100 rana (1’51”00), bambina molto dotata che piano piano sta iniziando a farsi strada. Il mister ha molta fiducia in lei.
Cristian Voce, sfortunato perchè si presenta influenzato prima della competizione. Nonostante tutto è eroico nei 200 sl con 2’42”, terzo, oltre ad essere sempre tra i primi nelle gare a dorso la sua specialità. Una giovane promessa per il nuoto calabrese. Serio, preciso e con tanta voglia di emergere.

In evidenza nella categoria Esordienti “A”:

Francesco Clausi comincia a prenderci gusto esprimendo il suo vero potenziale. Ottimo nella staffetta a stile, la sua specialità, è bravo a migliorarsi anche nella rana abbattendo il muro degli 1’30.
Cristian Crugliano, un po’ sottotono nelle gare a rana dove con una frequenza più alta potrebbe fare sicuramente meglio. Conquista punti importanti per la squadra e nei 400 mix mette in pratica un grande recupero proprio grazie alla frazione a rana terminando l’impegno in 6’07”, 10 secondi meglio della sua migliore performance sulla distanza.
Maria Pia Guerriero, è seconda nei 100 sl in 1’10”. Ottima nei 200 sl dove riesce a abbassare il suo crono di oltre 4 secondi. Una ragazza forte fisicamente che sta prendendo convinzione giorno dopo giorno delle sue indubbie qualità. Conquista punti anche nei misti diventando un punto fermo della squadra.
Michele Lio, sfortunato ad ammalarsi in prossimità delle gare, lui che aveva lavorato garantendo una frequenza ed impegno massimo negli allenamenti. Un ragazzo con grande spirito di sacrificio che comunque porta a termine le sue gare a dorso con impegno a caparbietà. Michele si rifarà nelle prossime gare dove sarà certamente tra i protagonisti.
Martina Luzzaro, aiuta la squadra e da un aiuto importante in staffetta. Tenace e combattiva non si fa raggiungere mantenendo saldamente il 4 posto.
Marco Palermo, in ogni gara migliora sia tecnicamente che tatticamente. La velocità è la sua vera arma vincente. Importante per la squadra anche nelle staffette terminate al secondo posto. Con 1’17”5 nei 100 dorso raggiunge la sua migliore prestazione.
Mattia Potenzone, si spinge oltre il massimo per aiutare la squadra pur non essendo al top della condizione fisica. Si difende come al solito nella rana togliendo quella grinta che ancora non sa di avere e che lo porterà molto lontano.
Giacomo Rajani, è solo questione di tempo per vederlo sul gradino più alto del podio. Lo stile libero, la sua specialità, lo vede quarto in tutte e due le gare anche se solo per decimi di secondo. Chiude in 1’02”0 i 100 m ed è secondo nei 400 mix trascinando le staffette ad un argento inaspettato.
Maria Rota, prima gara e subito una vittoria netta nel dorso, il suo stile migliore con 1’19”0 con il vuoto dietro. E’ seconda nei 200 do (2’46”9) dimostrando di avere lo stesso talento del fratello Francesco.
Martina Tonolli migliora in tutte e due le gare a rana disputate. Nei 100 rana la sua migliore prestazione con 1’36”0 di oltre tre secondi sotto il suo precedente limite. E’ prima dei nati 2003. Continua inesorabile la sua crescita.
Matteo Torromino, da sempre il massimo in ogni impegno, in particolare nella rana che lo segnala come il più tecnico della squadra nelle subacquee, la sua specialità. Fondamentale il suo contributo per il terzo posto finale a squadre.
Nicolay Zizza lascia tutti senza parole quando in staffetta recupera 25 mt ai suoi avversari chiudendo la frazione a sl in 1’09”3. Un giovane che con umiltà si è dimostrato sicuramente il più performante dei nati 2001. Vince i 100 e 200 farfalla gareggiando praticamente senza avversari per la sua superiorità. Vince i 200 dorso mentre è terzo nei 200 mix e secondo nei 100 do con 1’13”0.

Lascia un commento

Scroll To Top