ESCLUSIVA. La Padre Pio chiude i battenti dopo 20 anni. A Rocca di Neto pronta un’altra società

ESCLUSIVA. La Padre Pio chiude i battenti dopo 20 anni. A Rocca di Neto pronta un’altra società

La S.C. Padre Pio di Rocca di Neto dopo 20 anni dalla  sua fondazione, dalla prossima stagione non farà più attività agonistica. La volontà è quella di Annamaria Sestito, moglie dello storico fondatore Martino Salerno. Un marchio storico del calcio crotonese come quello della Padre Pio verrà così a mancare, ma uno dei suoi tecnici e pionieri, Salvatore Ferraro, continuerà a fare calcio a Rocca di Neto e dintorni con una nuova società. I dettagli saranno resi noti nelle prossime settimane, ma il progetto ha grandi fondamenti e sembra vicino l’accordo con l’affiliazione ad una società professionistica.

Queste le parole di Salvatore Ferraro in merito a questa vicenda: «Da qualche giorno si è ufficialmente conclusa l’avventura della scuola calcio Padre Pio…un’avventura lunga 15 anni che porterò sempre nel cuore insieme al mio maestro e suo artefice Martino Salerno. Ogni singolo momento vissuto insieme ai miei ragazzi fa parte di me…e fa parte di voi e anche se è dura ricominciare da zero è giunto il momento di voltare pagina e guardare avanti. Prima di iniziare questo nuovo viaggio devo però fare dovuti ringraziamenti: il primo va al mio maestro e amico Martino Salerno che prendendomi per mano mi ha reso partecipe del suo progetto, mi ha insegnato la pratica del calcio e mi ha trasmesso tutto l’entusiasmo e la passione per questo sport. Un grazie speciale va alla sua famiglia, la moglie Annamaria Sestito e i suoi figli Rosario, Giovanni e Alex che in questi anni mi hanno permesso di portare avanti il progetto di Martino che dopo la sua morte ho sentito sempre più mio e sono stato felice di averli al mio fianco come compagni in questo lungo viaggio….e nonostante si sia conclusa l’avventura spero di aver lasciato loro qualcosa di importante cercando di fare il mio lavoro al meglio, nella speranza di non averli delusi. Il resto dei ringraziamenti è per voi genitori e ragazzi che mi avete accompagnato in questi anni e che spero continuerete a farlo, voi che avete creduto in questo progetto e nel mio lavoro;voi che mi avete affidato con fiducia i vostri ragazzi;voi che avete condiviso con me momenti indimenticabili….e su cui conto per viverne ancora di bellissimi. Chi mi ha conosciuto in questi anni sa quanta dedizione ed entusiasmo metto nel mio lavoro perché per me non si tratta di solo calcio e di calciatori….preferisco guardare alle persone…ragazzi che poi diventeranno uomini. Nel mio piccolo spero, senza alcuna presunzione,di aver trasmesso loro valori che vanno oltre la semplice pratica calcistica…il calcio deve essere solo uno spunto per  puntare in alto e per crescere insieme. Ora a distanza di anni posso dire di essere fiero dei miei ragazzi…perché molti di loro pur essendo ormai uomini continueranno ad essere per me i “miei ragazzi”…è bello camminare per strade e sentirmi chiamare ancora “mister”…è bello sentirsi ancora il loro mister. Dopo questa lunga premessa, vi comunico che ho voglia di continuare a credere nel progetto della scuola calcio, creandone una nuova  e per dirvi che io ci sono e spero ci siate anche voi. Ci saranno grandi novità nell’assetto societario, di cui sarò il responsabile  e che a breve renderò noto. Concludo nella speranza di rivedervi tutti alla riunione che terremo per illustrare il nuovo progetto e le nuove iniziative. Per chi volesse informazioni specifiche può contattarmi anche prima. Al momento vi saluto e vi ringrazio dell’attenzione che mi avete riservato».

Lascia un commento

Scroll To Top