Eccellenza, dove eravamo rimasti e cosa ci aspetta nel giorno dell’Epifania

Eccellenza, dove eravamo rimasti e cosa ci aspetta nel giorno dell’Epifania

Lo Scalea ha chiuso il 2015 vincendo meritatamente il platonico titolo di Campione d’Inverno. Tuttavia i tirrenici con soli 2 punti nelle ultime 3 gare hanno visto scendere il vantaggio che sembrava incolmabile. Sono solo 4 ora le lunghezze di vantaggio sul Sersale, la grande rivelazione di questa stagione che ha conquistato anche prima di Natale la Coppa Italia dilettanti. Nella lotta per la promozione diretta si è inserito anche il Castrovillari grazie ad una lunga striscia positiva. E la Polisportiva Isola Capo Rizzuto?

I giallorossi del presidente Sacco hanno chiuso male il girone d’andata, e con un solo punto nelle ultime tre gare si sono allontanati dal sogno promozione. Comunque il distacco dalle altre non è eccessivo: oltre alle prime tre, ci sono Paolana, Gallico Catona, Sambiase ed Acri davanti, ma vicinissime. Alla ripresa, il 6 gennaio, Scuteri e compagni giocheranno a Roggiano, gara molto difficile, coi cosentini che supererebbero l’Isola con un successo. Occorre iniziare nel migliore dei modi, e con una serie di buoni risultati si potrà pensare nuovamente a traguardi importanti.

In coda sono ormai spacciate Montalto e Taurianovese, in campo soltanto per salvare il titolo sportivo. Il Cutro, purtroppo, è terzultimo, ma ha chiuso il 2015 con una bella vittoria. La squadra allenata da Vanzetto all’Epifania ospita il Montalto, e quindi potrà avvicinarsi ancora di più al gruppone per cercare una salvezza che avrebbe del miracoloso. Il Cutro però ha i mezzi per farcela, soprattutto se potrà tornare a giocare sul proprio campo.

Lascia un commento

Scroll To Top