Due vittorie su due gare per l’Auditore Crotone under 17 contro la Tubisider Cosenza

Due vittorie su due gare per l’Auditore Crotone under 17 contro la Tubisider Cosenza

Due vittorie su due incontri per l’Auditore Crotone al primo concentramento di finale tenutosi a Vibo Valentia domenica 4 aprile. In acqua le squadre del Crotone, Tubisider Cosenza “A”, Tubisider Cosenza “B” e R.N. Vibo Valentia.

I pitagorici hanno affrontato in mattinata la formazione di casa imponendosi con un sonante 29-4 frutto di una partita accorta che ha espresso una notevole differenza di valori in acqua sia dal punto di vista tecnico che atletico. Il Tecnico Amideo ha voluto schierare la squadra giovanile degli Under 15 aggiungendo solo La Vecchia, Adamo e Basile facenti parte del gruppo di categoria superiore. Una scelta nata dalla volontà di far fare maggiore esperienza ai piccoli quindicenni utilizzandoli anche nelle partite non del loro campionato. Molto bene la squadra che ha imbrigliato i volenterosi avversari basando il suo gioco sulle ripartenze sfruttando la migliore freschezza atletica.

I goal sono stati siglati da Matteo Chiodo (7), Vasovino (1), Candigliota (3), Ciligot (2), Lucanto (4), La Vecchia (7), Oppido (3), Basile (1).
In acqua contro il Vibo Valentia: Adamo, Chiodo, Vasovino, Candigliota, Ciligot, Lucanto, Basile, La Vecchia, Oppido, Pettinato

Nel secondo incontro, quello che ha visto la Rari opporsi al Tubisider Cosenza, ne è scaturita come al solito una partita combattuta ed incerta fino all’ultimo secondo. Rispetto all’incontro di quindici giorni fa però, l’andamento della gara ha avuto differente caratteristica e soprattutto le due formazioni non sono riuscite a tessere trame di gioco di alto profilo tecnico come invece avevano fatto precedentemente. Sotto tono entrambe. Entrambe proiettate più che altro ad annullare l’avversario più che a proporsi.
La Tubisider è partita di slancio e con più vigore basando il suo gioco sulle ripartenze rendendo il match interessante. Dall’altra parte l’Auditore si è presentata contratta e sciupona sprecando innumerevoli azione offensive. Primo tempo con il Cosenza meritatamente in vantaggio per due a zero.

Nella seconda frazione, ancora Tubisider in evidenza ed ancora Auditore in difficoltà soprattutto in fase offensiva dove Basile e compagni non sono riusciti ad esprimere quel gioco ordinato e proficuo tanto apprezzato quindici giorni fa. Secondo tempo quindi ancora ad appannaggio dei bruzi e punteggio a metà gara di 5-2 per la Tubisider con partita che sembra segnata a vantaggio dei padroni di casa.
Al cambio campo Mister Amideo ha cercato di tranquillizzare i suoi ragazzi mirando più che a disposizioni tecnico tattiche, a trasferire maggiore serenità e consapevolezza delle proprie potenzialità e poi opera la scelta di giocare senza centro boa di ruolo facendo ruotare in posizione 6 tutti i giocatori in acqua.

Al fischio di inizio del terzo tempo l’Auditore cambia registro e, maggiormente concentrata ed in migliori condizioni atletiche, comincia il recupero. Il Cosenza va in confusione e, complice un calo fisico evidente, non riesce a difendere come nei primi due tempi ed in attacco ad essere pericoloso anche perchè Basile, Candigliota e Riganello si esaltano sulle marcature annullando gli attaccanti cosentini. Spuntato quindi l’attacco il Tubisider diventa vulnerabile anche perchè la Rari impone una maggiore freschezza atletica che garantisce maggiore lucidità anche in attacco. Le conclusioni cominciano ad essere sempre più pericolose e il gap diventa sempre più esiguo fino al pareggio giusto alla fine del tempo.

Ultima frazione di gioco al cardiopalma e con la tensione a mille come sempre accade quando si incontrano le due rivali. Reazione del Tubisider che riesce a portarsi in vantaggio ma è un goal casuale perché appare evidente una Rari più in palla e proficua. Il capitano Bellezza carica i suoi compagni che, a testa bassa, continuano ad attaccare menter i rispettivi allenatori cercano varianti tattiche per mettere in difficoltà la controparte. Riganello prima e Bellezza poi siglano le reti del nuovo sorpasso consegnando i tre punti, questa volta meritatissimi all’Auditore.

«Non siamo stati brillanti come nell’ultima uscita contro il Cosenza di quindici giorni fa, ma credo che abbiamo nuovamente dimostrato le nostre qualità – dichiara Mister Amideo a fine gara– le partite contro il Cosenza sono e saranno sempre decise negli ultimi minuti del match ed è per questo che continuano ad essere molto interessanti ed avvincenti».

Lascia un commento

Scroll To Top