Doppietta del solito super Simy: il Crotone passa a Carpi e la salvezza si avvicina

Doppietta del solito super Simy: il Crotone passa a Carpi e la salvezza si avvicina

CARPI-CROTONE 1-2

CARPI: Piscitelli; Rolando, Sabbione, Poli, Buongiorno (dal 6′ st Arrighini); Concas, Coulibaly, Di Noia (dal 22′ st Vitale), Piscitella (dal 22′ st Crociata); Vano, Mustacchio. In panchina: Serraiocco (GK), Sambo (GK), Suagher, Marcjanik, Pezzi, Marsura, Romairone, Jelenic, Saric. Allenatore: Castori.

CROTONE: Cordaz; Curado, Vaisanen, Golemic; Sampirisi, Benali, Barberis, Zanellato (dal 29′ st Molina), Firenze (dal 20′ st Valietti); Machach (dal 16′ st Pettinari), Simy. In panchina: Festa (GK), Latella (GK), Cuomo, Tripaldelli, Tripicchio, Gomelt, Kargbo, Marchizza, Mraz. Allenatore: Stroppa.

ARBITRO: Ghersini di Genova.

MARCATORI: 19’ pt (rig.) e 19’ st Simy (Cr), 23’ st Poli (Ca).

AMMONITI: Firenze (C), Concas (Ca).

ESPULSO: 39′ st Concas (Ca) per doppia ammonizione.

Vittoria pesante e fondamentale per la classifica del Crotone. I rossoblù si sono imposti al “Sandro Cabassi” di Carpi inguaiando gli emiliani, sempre più ultimi in classifica. La squadra allenata da Stroppa ha preso in mano la gara sin dal primo minuto, ed ha dominato nella prima mezzora, durante il Carpi ha fatto fatica anche a superare il centrocampo. Vantaggio calabrese con un calcio di rigore trasformato con freddezza da Simy ed assegnato per un evidente fallo di mani su cross di Sampirisi dalla destra. Crotone che subito dopo avrebbe potuto raddoppiare con Zanellato che al volo nell’area piccola manda alto. Dopo la mezzora inizia a farsi vedere il Carpi che va in gol nel finale con Mustacchio, ma l’arbitro annulla giustamente per un fuorigioco.

Nella ripresa la squadra di Castori ci prova maggiormente, e coi cambi mette in difficoltà una difesa pitagorica orfana del leader Spolli. Il Crotone tuttavia davanti fa sempre male e si divora una rete clamorosa con Benali che dribbla il portiere ma da posizione laterale mette sulla rete esterna. Il raddoppio arriva grazie ad una bella verticalizzazione di Zanellato per Simy che anticipa il portiere, lo scarta e deposita in rete. Subito dopo il Carpi accorcia però: colpo di testa su cross del neo entrato Crociata (ex della gara), palla sulla traversa e sulla respinta Poli deposita con ferocia in rete.

Il finale è di pura sofferenza, anche quando il Carpi resta in dieci all’84’ per l’espulsione di Concas che entra duro su Benali e si merita la doppia ammonizione. Traversa di Pettinari dopo una bella parata del portiere sullo stesso attaccante. Nel terzo dei cinque minuti di recupero il team di casa potrebbe pareggiare con Mustacchio che solo davanti a Cordaz si fa murare dal portiere (già decisivo qualche minuto prima su Arrighini). Al 94′ Simy si invola davanti a Piscitelli ma perde troppo tempo nelle finte e si fa rimontare. Finisce con un 2-1 sofferto ma pesante e probabilmente anche meritato ai punti.

Risultati positivi dagli altri campi: nessuna delle rivali vince; pareggiano Padova, Venezia, Cremonese, Cosenza e Ascoli, perde il Livorno oltre allo stesso Carpi. Ora testa all’infrasettimanale in casa col Perugia, prima del derby di Cosenza domenica prossima.

Lascia un commento

Scroll To Top