Dal dischetto Scuteri non sbaglia e la Polisportiva Isola Capo Rizzuto sbanca il campo di gioco del Sambiase

Dal dischetto Scuteri non sbaglia e la Polisportiva Isola Capo Rizzuto sbanca il campo di gioco del Sambiase

(nella foto Francesco Scuteri, autore del rigore della vittoria)

SAMBIASE LAMEZIA-ISOLA CAPO RIZZUTO 0-1

SAMBIASE: Scerbo, Gatto, Muccari, Seck, Pepe, Morabito, Sacco (22’st Rondinelli), Paonessa, Perciamontani (4’st Amendola), Scalese, Torcasio (39’st Russo). In panchina: Starace, Agosto, Martino, Grande. Allenatore: Rosati

POL. ISOLA C.R.: Lamberti, Girasole, Filoramo (29’st Fortino; 37’st Cosentino), Errigo, Minutolo, Marsala, Russo, Ribecco, Rizzo, Marano, Scuteri. In panchina: Pullano, Caterisano, De Luca, Bruno, Franco. Allenatore: Leone

ARBITRO: Signorelli di Paola (Gatto e Libri di Reggio Calabria)

NOTE: Spettatori 400 circa. Espulso al 46’st Muccari (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Muccari, Paonessa, Sacco, Seck (S); Marano (I). Angoli 5-5. Recupero 2’pt; 5’st.

LAMEZIA TERME (Cz) – Continua il momento magico per l’Isola Capo Rizzuto, nella difficile trasferta lametina la squadra giallorossa centra la quarta vittoria consecutiva grazie ad un calcio di rigore realizzato dal capitano Francesco Scuteri. Al “Gianni Renda” si disputa un match molto maschio, in un terreno di gioco in non perfette condizioni e con un forte vento a farla da padrona. L’Isola gioca comunque meglio dell’avversario e già nel primo tempo sfiora in più occasioni il vantaggio, al 12’ Minutolo colpisce in pieno la traversa su un perfetto assist di Marano, pochi minuti dopo è lo stesso Marano a colpire un altro legno, una grande conclusione che si stampa in pieno sul palo. Bisogna invece attendere la mezz’ora per vedere la prima occasione del Sambiase, Scalese su calcio di punizione chiama in causa un attento Lamberti. Al 40’ Filoramo pecca di egoismo, punta Morabito si libera e calcia direttamente in porta da posizione difficile mentre dall’altro lato Marano era liberissimo, il tiro di Filoramo è facile preda di Scerbo.

Nella ripresa Rosati cerca di cambiare modulo per spronare i suoi, al 13’ i lametini usufruiscono di una ghiotta occasione, Lamberti blocca una conclusione dei padroni di casa deviata da Marsala, l’arbitro considera il tocco come retropassaggio e assegna un calcio di punizione in area, Scalese ci prova con una gran botta ma Lamberti non si fa sorprendere. Al 16’ la svolta della gara, Marano si invola in area e viene atterrato dal difensore di casa, per l’arbitro è calcio di rigore, l’esperto Scuteri calcia perfettamente e l’Isola passa in vantaggio. Al 23’ ancora Marano, indubbiamente il migliore in campo, serve a Rizzo la palla del possibile 2-0, Scerbo riesce a deviare. Alla mezz’ora ci prova Errigo da fuori ma l’ex portiere del Catanzaro riesce ancora a sventare. Negli ultimi minuti il Sambiase tenta un forcing nell’area ospite, l’Isola però si difende con ordine fino alla fine e porta a casa tre punti importantissimi che proiettano la squadra di Leone in piena zona play off.

Non ci sarà tempo per la squadra di godere di questa importante vittoria, infatti già Lunedì il tecnico ha ripreso gli allenamenti in vista della gara di ritorno di Coppa Italia in casa dell’Acri. Competizione nella quale i giallorossi non vogliono certo distrarsi, anche se dopo il pareggio casalingo (1-1) nella gara di andata ora servirà un impresa per centrare il passaggio del turno. La squadra ha però le giuste motivazione per espugnare Acri, soprattutto la rabbia per quel goffo tentativo dell’Acri di vincere la gara a tavolino a causa di un errore nel referto arbitrale. La bocciatura del reclamo ha dato ai giallorossi la rabbia agonistica di cui avevano bisogno.

Lascia un commento

Scroll To Top