Crotone, sei tu la “Grande Bellezza”. Espugnato il Granillo in goleada nella ripresa

Crotone, sei tu la “Grande Bellezza”. Espugnato il Granillo in goleada nella ripresa

(nella foto Danilo Cataldi, autore del primo gol)

REGGINA-CROTONE 1-4

REGGINA: Pigliacelli, Maicon (34′ st Fischnaller), Adejo, Lucioni, Barillà, Foglio (24′ st Gerardi), Dall’Oglio, Strasser, Sbaffo, Di Michele (36′ st Pambou), Dumitru. In panchina: Zandrini, Bochniewicz, Di Lorenzo, Frascatore, Ipsa, Contessa. Allenatore: Gagliardi

CROTONE: Gomis, Del Prete, Suagher, Ligi, Mazzotta, Crisetig, Matute, Cataldi, Bernardeschi (36′ st Cremonesi), Ishak (34′ st Pettinari), De Giorgio (46′ st Meola). In panchina: Secco, Ferrari, Saric, Galardo, Giannone, Diop. Allenatore: Drago

ARBITRO: Ciampi di Roma1 (Vicinanza di Albenga e Fiorito di Salerno)

MARCATORI: 20′ st Cataldi (C), 29′ st Gerardi (R), 30′ st Ishak (C), 39′ st Pettinari (C, rig.), 48′ st Pettinari (C)

NOTE: Ammoniti:  Barillà (R); Ligi, Matute e Bernardeschi (C).

REGGIO CALABRIA – Impresa del Crotone che, dopo oltre mezzo secolo, sbanca il “Granillo” di Reggio Calabria e si avvicina sempre di più all’obiettivo playoff, avvicinando addirittura in modo incredibile la promozione diretta. Partita dai due volti quella di Reggio, con un primo tempo noioso e privo di occasioni ed una ripresa dalle grandi emozioni, soprattutto a partire dal 65′.

Questo è infatti il minuto in cui il Crotone sblocca il match: cross di Mazzotta, tocco di testa di Ishak e Cataldi sul secondo palo controlla bene la sfera e con una diagonale incrociato di destra fulmina Pigliacelli. La reazione amaranto sembra molto debole ma quasi alla mezzora della ripresa Gerardi indovina un tiro incredibile da fuori area che fulmina Gomis.

A questo punto i tifosi di casa incitano i propri beniamini a riprendere subito le posizioni per cercare il sorpasso, ma non hanno fatto i conti con un Crotone spietato. Passa solo un minuto e Bernardeschi accelera sulla zona d’attacco sinistra entrando in area e mettendo dentro per Ishak che anticipa il suo marcatore e gira in rete.

Dopo aver riportato dalla sua parte il match la squadra di mister Drago gioca con autorevolezza. Girandola di cambi, e proprio uno dei nuovi entrati chiude la gara. Grande giocata di Pettinari sulla linea di fondo, l’attaccante entra in area e viene steso da Barillà, rigore netto. Dal dischetto lo stesso centravanti scuola Roma spiazza il portiere e di fatto mette fine alla gara.

Nel recupero c’è tempo per la doppietta dello stesso Pettinari che in spaccata devia in rete un assist dell’irresistibile Mazzotta. Finisce in gloria, col Crotone che ora si candida veramente ad un posto al sole, e forse a questo punto i tifosi possono sognare non solo un piazzamento play-off.

>>> CLICCA QUI per vedere la classifica del campionato.

Lascia un commento

Scroll To Top