Crotone, ritorno in B amarissimo: la massima serie è una chimera

Crotone, ritorno in B amarissimo: la massima serie è una chimera

Non è stato un ritorno in Serie B come sperato per il Crotone che dopo due esaltanti annate in massima categoria si è ritrovato in cadetteria con la convinzione di poter puntare fin da subito al grande salto. Purtroppo, ad oggi, per gli Squali il sogno di tornare nel calcio che conta sembra una mera chimera. I calabresi sono invischiati nelle zone basse della classifica, ben distanti dalle posizioni che valgono quanto meno l’accesso ai play-off e in piena bagarre per evitare di restare in quelle che invece costringerebbero a disputare lo spareggio per rimanere in B. Poche soddisfazioni e molte delusioni, quindi, fin qui per i Pitagorici, che cammin facendo hanno cambiato anche guida tecnica passando da Giovanni Stroppa a Massimo Oddo a cavallo tra la nona e l’undicesima giornata. Lo score attuale dei rossoblù è di appena 3 vittorie, 4 pareggi e ben 8 ko.

Una stagione cominciata subito malissimo con la netta sconfitta subita a Cittadella per 3-0 contraddistinta dalle reti di Scappini, Schenetti e Strizzolo per i veneti.

Il riscatto, però, arriva già alla seconda giornata, quando i calabresi mandano al tappeto con un perentorio 4-1 il Foggia, seppellito sotto i gol di Faraoni, Firenze, Nalini e Rohden, con la rete della bandiera dei pugliesi realizzata da Mazzeo.

Il colpaccio arriva al 3° turno di campionato, quando gli uomini di Stroppa espugnano Livorno per 1-0 grazie alla marcatura di Simy nei minuti finali. Una vittoria che pare poter fare da stura a una stagione avvincente per il Crotone, che invece da lì in poi raccoglierà solo magre delusioni.

Si parte subito con il ko casalingo ad opera del Verona che vince 2-1 all’Ezio Scida. A nulla vale il gol di Firenze, che arriva troppo tardi per provare a rimontare il doppio vantaggio scaligero siglato da Henderson e Colombatto.

Alla 5ª giornata arriva un’altra sconfitta contro il Pescara, che supera i rossoblù per 2-1. Fatale la doppietta Mancuso che vanifica il momentaneo pareggio di Benali.

La 6ª giornata porta in dote un punto per gli Squali che impattano in casa 2-2 contro il Brescia. Gara complicata fin da subito dall’espulsione di Golemic che lascia in dieci i calabresi già al 9’. Ma una doppietta di Budimir evita il terzo tonfo di fila, rispondendo puntualmente alle realizzazioni di Donnarumma e Dall’Oglio.

All’8ª di campionato torna il successo allo Scida con il 2-1 rifilato al Padova. Apre le marcature Spinelli nel primo tempo, vantaggio poi pareggiato da Bonazzoli e seguito dal gol di Firenze che fissa il punteggio definitivo.

Nel turno successivo arriva un altro punto casalingo contro la Salernitana. Un 1-1 a firma di Bocalon e di Simy, che all’85’ regala il pari ai rossoblù. Un risultato che però non basta a salvare la panchina di Stroppa, che viene esonerato a fronte dei soli 11 punti conquistati.

La squadra viene assegnata momentaneamente a Moschella che nella 10ª fa visita al Lecce. Al Via del Mare sono i giallorossi a imporsi per 1-0 grazie a un’autorete nel primo tempo di Golemic.

Nell’11ª giornata alla guida del Crotone c’è Oddo. Un nome importante scelto dalla proprietà per risalire la china. L’impatto dell’ex tecnico dell’Udinese però non è di quelli indimenticabili. All’esordio arriva un pareggio tutt’altro che esaltante contro il Carpi. Allo Scida arriva prima il gol di Molina per i padroni di casa, che devono però ingoiare il boccone amaro della rete di Concas che fissa il risultato sul definitivo 1-1.

Dalla 12ª giornata in poi inizia un vero e proprio crollo da parte dei Pitagorici. Si comincia con il ko a domicilio in casa del Perugia. Gli umbri si impongono per 2-1. Un risultato maturato con le reti di Verre, di Simy su rigore, che nella ripresa condanna però i suoi con un autogol.

Si prosegue alla 13ª con il derby calabrese contro il Cosenza. E sono proprio quest’ultimi a sbancare lo Scida per 1-0 grazie alla marcatura di Idda nel secondo tempo, al termine di una gara molto combattuta con ben due espulsioni e dieci cartellini gialli.

La parabola discendente continua con la sconfitta di Cremona, con i grigiorossi che superano gli uomini di Oddo per 1-0 grazie alla rete di Boultam.

In mezzo, approfittando anche della sosta forzata in campionato, arriva l’eliminazione dalla Coppa Italia con il 3-0 rifilato dal Bologna nel 4° turno della competizione tricolore. Una doppietta di Orsolini e un gol di Falcinelli estromettono gli Squali dalla coppa.

Torna la Serie B e alla 16ª i calabresi impattano per 1-1 in casa contro il Venezia. Ospiti in avanti con un gol di Modolo a cui nella ripresa risponde Budimir su rigore.

La 17ª giornata vedrà gli uomini di Oddo ospiti del Benevento in quella che sembra una gara fuori dalla portata dei calabresi. Betway la pensa allo stesso modo, quotando il successo dei campani a 1.85, il pareggio a 3.10 e la vittoria degli ospiti a 4.75 (quote al 17 dicembre 2018).

 

Lascia un commento

Scroll To Top