Crotone, ora servono i gol

Crotone, ora servono i gol

Dopo la sconfitta per 2-1 dello Zini contro la Cremonese è tempo di riflessioni in casa Crotone: i rossoblù hanno ancora tutto il tempo di riagganciare la zona playoff ma serve cambiare registro.

Se difesa e centrocampo sembrano fare il loro lavoro, pur con qualche pecca, ad avere deluso è l’attacco: da Simy e Maxi Lopez ci si aspettava di più, così come da Vido.

Se vogliamo arrivare ai playoff dobbiamo essere più cattivi negli ultimi venti metri, e finora abbiamo palesato delle difficoltà lì davanti: diverse le occasioni create ma troppo pochi i gol fatti.

I books tuttavia, grazie a una ricerca di BookmakerBonus.it, non escludono che il Crotone riesca a rimettersi in carreggiata e quotano la sua promozione in Serie A con una quota di 4.50 (Quota Snai).

Questo vuol dire che risalire la china è difficile ma non impossibile. Ardua perché quest’anno la Serie B sarà particolarmente tosta ed equilibrata, e lo si è visto anche contro la Cremonese. Non impossibile perché sulla carta possiamo giocarcela con tutti.

Il problema è che Simy, a cui in estate è stato allungato il contratto sino al 2022 con una clausola rescissoria di 10 mln di euro, sente forse troppe responsabilità sulle spalle, e non è più l’attaccante cinico e spensierato che abbiamo visto fino a poco tempo fa. Maxi Lopez evidentemente non è ancora in condizione, ma è chiaro che uno come lui può e deve fare la differenza in Serie B.

Vido ha le potenzialità e le qualità per fare bene ma deve ancora sbloccarsi: su tutti e tre serve più un lavoro mentale che tecnico o tattico, e siamo convinti che al primo gol si sbloccheranno e troveranno più facilmente la via della rete.

Contro la Cremonese-per le occasioni avute-meritavamo il pari mentre contro l’Empoli dovevamo e potevamo andare oltre lo 0-0 per quello che si è visto in campo: siamo riusciti a mettere sotto i toscani ma abbiamo sbagliato troppo in fase di conclusione. E così abbiamo raccolto solo un punto invece che quattro.

Come detto in apertura, bene il centrocampo con Zanellato autore di un’ottima prestazione impreziosita da un gol: il talento classe ’98 sembra un punto fermo del centrocampo e nonostante la giovane età sembra già calatosi nella categoria. Bene ha fatto la società a riscattarlo dal Milan quest’estate per 300mila euro, ci è sembrato un ottimo investimento che ora sta dando i frutti.

Stroppa può stare tranquillo perché il materiale su cui lavorare ce l’ha, e riteniamo che il tecnico sia molto bravo e preparato. Quello che serve è un lavoro che permetta agli attaccanti di fare gol, forse un lavoro più dal punto di vista mentale, come detto in precedenza, che tecnico.

Ora servono i tre punti già nel prossimo match contro la Juve Stabia, aumentando il bottino di reti perché per quanto abbiamo creato, tre gol in quattro partite sono veramente pochi. Vincendo contro i campani potremmo accorciare in classifica e raggiungere quella serenità che forse in questo inizio di stagione ci è mancata.

Lascia un commento

Scroll To Top