Crotone-Novara, le pagelle dei rossoblù. Decisivi i tre subentrati nel secondo tempo

Crotone-Novara, le pagelle dei rossoblù. Decisivi i tre subentrati nel secondo tempo

Minuti finali esaltanti allo Scida, una delle rimonte più emozionanti della storia del Crotone in serie B. Tuttavia, il buon finale, ed in generale la buona mezzora conclusiva, non cancellano molti errori ed un primo tempo davvero inguardabile dei pitagorici. Infatti, è risultato decisivo il cambio di modulo, col passaggio al 4-2-3-1 ed i tre innesti della ripresa. Ecco le pagelle:

CORDAZ 7: Tiene in vita la squadra con almeno tre parate determinanti, anche se sulla rete di Galabinov viene un po’ sorpreso dall’ottimo tiro dell’attaccante del Novara.

YAO 6,5: Ancora una volta il migliore della difesa. Con la sua velocità copre i buchi dei due compagni di reparto, anche se a volta sembra sbagliare il posizionamento.

CLAITON 5: Come a Cagliari sbanda paurosamente. Dopo le buone prestazioni in Coppa, un calo atletico e di concentrazione preoccupante.

FERRARI 5,5: Anche lui va spesso in difficoltà contro il duo Gonzalez-Galabinov.

ZAMPANO 5,5: Svolge il compitino, ma soffre gli avversari e non riesce a dare l’apporto alla manovra che il suo ruolo di esterno di centrocampo richiederebbe.

Dal 27′ st RICCI 6,5: Il suo ingresso si rivela decisivo. Manda in tilt la difesa piemontese con dribbling e velocità.

CAPEZZI 5,5: Per un’ora soffre il centrocampo avversario, poi nel finale partecipa con la squadra alla riscossa. Inizialmente timido, ha margini di miglioramento.

PARO 5,5: Stessa cosa del compagno di reparto. Quando il Novara impone ritmi alti soffre tantissimo, ma alla distanza viene fuori.

MARTELLA 6: Primo tempo anonimo e di sofferenza, finale tutta grinta e volontà. Ottimo l’assist di testa per la rete della vittoria di Budimir.

DE GIORGIO 5: Impalpabile. Nel primo tempo il binario di destra non funziona per niente, e la sostituzione è la logica conseguenza.

Dal 1′ st STOIAN 6,5: Cambia il volto alla squadra perchè prova sempre a fare qualcosa. Crea grattacapi agli avversari e dimostra di poter giocare bene anche a destra.

TOUNKARA 5,5: Un passo indietro rispetto a Cagliari. Troppo fumoso e non integrato nel gioco della squadra.

Dal 9′ st BUDIMIR 7: Dimostra di avere le doti dell’ariete puro. Lotta nel gioco aereo, fa sponde, si butta su ogni pallone, ed insacca al 92′ da vero goleador. Può essere lui la chiave delle fortune rossoblù in questa stagione.

TORROMINO 6,5: Nel primo tempo è l’unico che fa qualcosa per impensierire la difesa avversaria. Soffre per trovare spazi ma all’88’ trova, anche grazie ad una deviazione, una rete che vale oro.

JURIC 6: La media tra il 5 del primo ed il 7 della ripresa, quest’ultimo soprattutto dovuto all’ottima lettura del match testimoniata dai cambi che ribaltano la situazione. Deve registrare la difesa. Con Budimir, Stoian e Ricci dall’inizio l’attacco è destinato a migliorare.

Lascia un commento

Scroll To Top