Crotone, le pagelle del girone d’andata di attaccante ed allenatore

Crotone, le pagelle del girone d’andata di attaccante ed allenatore

Concludiamo le pagelle del girone d’andata rossoblù analizzando i calciatori d’attacco ed il tecnico. Per il reparto offensivo pitagorico andamento altalenante, anche se spiccano su tutti le belle prestazioni quasi costanti di Ricci e Budimir. Ecco le nostre valutazioni:

 

DE GIORGIO 6,5: Nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa si è dato da fare. Prezioso il suo contributo come uomo spogliatoio, con la sua esperienza che ha aiutato i compagni più giovani.

FIRENZE S.V.

TOUNKARA 5,5: Lui si che è stata la vera delusione di questo girone d’andata. I tifosi si aspettavano tanto da lui ma, dopo averlo utilizzato le prime settimane, Juric lo ha relegato ai margini della squadra. Due buone prestazioni, a Cagliari, e soprattutto in casa col Bari. Per il resto qualche apparizione fumosa e poi nulla. Quasi certamente in partenza.

RICCI 7,5: Esploso all’improvviso dopo una scorsa stagione passata a maturare senza lasciare il segno. Sempre nel centro del gioco, bravo sull’esterno ma anche accentrandosi, segna cinque gol e fornisce belle prestazioni. Ormai titolaree inamovibile.

PALLADINO 6: Per ora non ha lasciato il segno ma ha giocato molto poco. Per lui due assist e qualche bella giocata nei pochi minuti a disposizione. Potrà essere l’arma in più nel ritorno.

BUDIMIR 8,5: Nove gol più la storica rete a San Siro la potrebbero già dire tutta sul centravanti nato in Bosnia. In realtà quello che ha lasciato stupefatti è stata la capacità del giocatore croato di incidere in positivo per la propria squadra. Bravo tecnicamente, forte fisicamente, immarcabile per le difese avversarie. Ha avuto solo un lieve calo nelle ultime due gare, ma normale visto che ha tirato a tutta per tutto il girone.

TORROMINO 7: Bell’inizio di stagione per lui, determinante in molte vittorie interne. Un po’ in calo di rendimento nel mese di dicembre, ma resta un girone positivo.

STOIAN 7: Primi due mesi da 8 in pagella, secondi due da 6 stiracchiato. Il rumeno fa il fenomeno a settembre ed ottobre, regalando giocate di alta scuola. Se ritrova la giusta condizione mentale, più che atletica, sarà determinante nel girone di ritorno.

JURIC 8,5: Il merito di questo sogno rossoblù è soprattutto suo. Capace di tirare fuori il massimo da calciatori che consideravamo “normali” e che si sono rivelati invece superlativi. Ottime letture in quasi tutte le gare, solo in un paio di circostanze le sue scelte sono state discutibili. Ma solo fino ad un certo punto, perchè al tecnico croato non si può che fare complimenti su complimenti.

 

Lascia un commento

Scroll To Top