Crotone, ko col Sassuolo e quartultimo posto. Inizio della ripresa fatale

Crotone, ko col Sassuolo e quartultimo posto. Inizio della ripresa fatale

SASSUOLO-CROTONE 2-1

SASSUOLO: Consigli, Mazzitelli, Missiroli, Falcinelli, Peluso, Acerbi, Politano (dal 45′ st Cannavaro), Lirola, Goldaniga, Berardi (dal 26′ st Matri), Cassata (dal 32′ st Duncan). In panchina: Marson (GK), Pegolo (GK), Scamacca, Pierini, Frattesi, Gazzola, Rogerio, Ragusa. Allenatore: Iachini.

CROTONE: Cordaz; Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella; Rohden (dal 12′ st Trotta), Mandragora, Barberis (dal 35′ st Kragl); Tonev, Budimir, Stoian (dal 12′ st Aristoteles). In panchina: Festa (GK), Viscovo (GK), Suljic, Pavlovic, Simic, Faraoni, Cabrera, Crociata, Simy. Allenatore: Zenga.

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo.

MARCATORI: 4′ st Goldaniga (S), 16′ st Politano (S), 21′ st Acerbi (aut.) (C).

AMMONITI: Berardi (S), Ajeti (C), Missiroli (S), Cassata (S), Aristoteles (C).

NOTE: al 44′ st Cordaz (C) para rigore a Matri (S).

Quarta sconfitta consecutiva per il Crotone in campionato, la quinta se consideriamo anche la gara di Coppa a Genova. La prima di Zenga sulla panchina rossoblù non è positiva, anche se la squadra probabilmente non avrebbe meritato la sconfitta, ma ha pagato un inizio di ripresa sconcertante per i primi venti minuti.

Dopo un primo tempo equilibrato, col Crotone che ha anche tenuto maggiormente il pallino del gioco, il Sassuolo entra deciso nella ripresa e segna due gol in dodici minuti. Vantaggio con il colpo di testa di Goldaniga che brucia Rohden, e raddoppio con un gran tiro da fuori di Politano che si insacca sotto l’incrocio. La reazione del Crotone c’è e si concretizza con l’autorete di Acerbi che va in contrasto con Budimir e col ginocchio devia nella sua porta, anche se la dinamica rimane incerta. Il Crotone avrebbe anche la palla per pareggiare ma Budimir, a porta libera, invece di tirare di destro decide di fare un controllo di sinistro e si fa murare. Buona pressione dei rossoblù ma l’attacco è molto sterile, Consigli deve intervenire in tuffo sul tiro di Barberis. Nel finale fallo di Sampirisi che trattiene Matri e rigore per i padroni di casa. Dal dischetto lo stesso centravanti si fa parare il tiro dall’ottimo Cordaz.

Lascia un commento

Scroll To Top