Crotone, giovani talenti alla ribalta

Crotone, giovani talenti alla ribalta

Il Crotone si impone al Liberati contro la Ternana in una partita dalle mille emozioni chiusa da una giocata sontuosa di Pietro De Giorgio, assistito da Matute entrati entrambi a partita in corso. Il tecnico Massimo Drago per l’occasione ha schierato un altro “starting eleven” quasi per intero incline alla linea verde. Nel dettaglio: Gomis (’93), Ligi e Mazzotta (’89), Crisetig (’93), Dezi (’92), Cataldi (’94), Bidaoui (’90), Pettinari (’92) e Bernardeschi (’94) con i soli Abruzzese (’81) e Del Petre (’86) a fare un po’ da chioccia.

Come spesso gli capita il campo ha dato ragione alle scelte tecniche del mister: Stefano Pettinari ha siglato il terzo centro consecutivo con un colpo di testa sottomisura. Successivamente Soufiane Bidaoui si è regalato un vero e proprio gioiello: il primo del suo campionato prima della rete da tre punti del citato De Giorgio. Con il quarto posto in graduatoria, il secondo nella speciale classifica delle reti attive il Crotone si conferma lieta sorpresa di questo inizio di torneo cadetto. E’ una squadra che sfrutta i binari laterali e di conseguenza l’ampiezza di gioco, con gli inserimenti continui a rimorchio dei centrocampisti a sostegno dei tre davanti. Si fa ammirare nelle ripartenze a campo aperto dove gli interpreti vanno a nozze nello sfruttare le proprie caratteristiche, commette qualche errore difensivo che gli è costato dei punti importanti ma ci può stare a cospetto della giovane età complessiva dell’organico. Rispetto allo scorso anno, come ha sottolineato Drago nel post partita del Liberati, sta maturando: si lavora con maggior efficacia in ambo le fasi. Dove potrà arrivare la compagine pitagorica? Sarà il campo a decidere gli obiettivi di una squadra che ora vuole raggiungere quello primario della salvezza per poi chissà…

Fonte: seriebnews.com

Lascia un commento

Scroll To Top