Crotone, è notte fonda. Col Bologna tanta sfortuna ed i soliti errori

Crotone, è notte fonda. Col Bologna tanta sfortuna ed i soliti errori

(nella foto Abel Gigli, tra i più positivi dei pitagorici)

CROTONE-BOLOGNA 0-2

CROTONE: 4-2-3-1: Stojanovic, Balasa, Gigli, Ferrari, Modesto; Maiello, Suciu (dal 23’ st Galardo); Ciano (9’ st Ricci), Torregrossa, De Giorgio (dal 9’ st Rabusic). In panchina: Lewandowski, Saba, Matute, Padovan, Martella, Dozi. Allenatore: Drago.

BOLOGNA 4-3-3: Coppola, Ceccarelli, Oikonomu, Maietta, Masina; Casarini, Matuzalem (dal 20’ st Krstcic), Buchel (dal 30’ st Zuculini); Sansone (dal 37’ st Sansone), Cacia, Laribi. In panchina: Da Costa, Mbaye, Bessa, A.Ferrari, Gastaldello, Improta. Allenatore: Lopez.

ARBITRO: Pasqua di Tivoli.

MARCATORI: 24’ pt, 7′ st Laribi.

AMMONITI: Maiello (C), Matuzalem (B), Cacia (B), Masina (B), Krsticic (B).

 

Partita stregata per un Crotone che, pur giocando nettamente alla pari con i più quotati avversari, sbaglia tutto sia in difesa che in attacco, consegnando al Bologna tre punti d’oro. Nel primo tempo gol annullato a Dezi  per un fuorigioco inesistente, dopo un colpo di testa di De Giorgio respinto da Coppola. Alla prima occasione, se così si può dire, il Bologna passa al 24′: cross di Laribi dalla sinistra che diventa un tiro che inganna Stojanovic, palla all’incrocio dei pali tra lo stupore di tutti.

Nel secondo tempo raddoppio ospite grazie ad una clamorosa dormita della difesa in seguito ad una svirgolata di Ferrari. Laribi ne approfitta e il pubblico inizia a rumoreggiare. Coppola è miracoloso al 74′ quando para un rigore calciato da Torregrossa ed assegnato per fallo di mano di Ceccarelli.

Finisce con il disappunto del pubblico, in particolare per il mercato invernale che non ha portato miglioramenti in difesa. In effetti, il secondo gol subito oggi, è un film già visto, distrazioni incredibili in un campionato di serie B, che mortificano una prestazione comunque non brutta della squadra.

 

 

Lascia un commento

Scroll To Top